Jump to content

darkadea

Amico del Forum
  • Content count

    2896
  • Joined

  • Last visited

Messaggi scritto da darkadea


  1. Ciao a tutti,

    oggi Pellegrina se ne è andata...ormai era diventata vecchietta vecchietta e si muoveva male...però ha mangiato, da sola, fino all'ultimo giorno di vita ed è stata bene, anche se anziana...

    Penso che qui si chiuda la mia "esperienza cricetida", per tutta una serie di motivi, importanti e non, che non sto a spiegare...

    Colgo l'occasione per salutare tutto il forum.

    Buon ponte Pellegrina!

    (marzo 2010 - dicembre 2012)


  2. ho letto velocemnte ragazze. sono di passaggio comuqnue volevo dire che non sto dicendo che un uomo che porta i capelli puliti sia sporco,dico solo che un rispetto ad una donna dà un'altra immagine e sensazione. Purtroppo so che è così. Come io porto ii capelli fucsia da un lato e castano dall'altro posso dare l'idea di una che fa chissà che cosa quando in realtà non è così.

    Ahahahhaha, scusa minicri, ma mi fai troppo ridere...cioè, tu porti i capelli metà fucsia e sdegnosamente parli di uomini con i capelli lunghi?!?!?! :lol: BOH!...capisco questo discorso partisse da erika, tutta compita, ma da te che hai i capelli del colore di jem delle holograms è davvero buffissimo!

    Cosa c'entra che uno abbia o meno i capelli lunghi, basta se li raccolga!...mah...

    P.s. e comunque i capelli bi-color sono assolutamente demodè!


  3. :oTesoro permettimi di dirti che hai un faccino da bambolina che stai sfigurando!

    Lo sai che poi ti resteranno a vita le cicatrici e che ci vorrà un intervento chirurgico estetico per toglierle?Specie quello sulla bocca è inguardabile....

    Inoltre se un domani deciderai di fare un lavoro a contatto con il pubblico, ad es come avvocato o impiegata o i banca o altro similare, ecc... mica puoi andare al lavoro in quel modo! Se poi vuoi fare l'artista, la cameriera (non in locali di lusso si intende) o altre cose simili in cui no si guarda a queste cose è una tua scelta. E' inutile fare gli ipocriti o i liberali, quello che ti ho scritto è la pura verità. Inoltre, sinceramente, non comprendo perchè tu, come tante altre ragazze e ragazzi, ti voglia mettere del ferro in faccia -_- !Se fossi un indigeno che vive nella foresta e fosse la tua cultura potrei anche capirlo.. ma tu vivi in italia e non nella foresta. Ma i tuoi genitori non ti dicono nulla? Ti permettono di farlo?

    Non prendere il mio commento come un attacco, perchè non vuole esserlo; sono solo preoccupata per te e se tu fossi mia figlia ti farei un discorsetto molto più lungo e preciso ma, visto che non lo sei, spero che vorrai rifletterci e che ti toglierai ameno quello sul labbro per evitare cicatrici in futuro. Sei una bella ragazza e non hai minimmente bisogno di queste cose volgari per valorizzarti :rolleyes:

    AHAHAHAHAHAHAHHAHA

    Ho evidenziato le parti che mi hanno fatto più ridere :lol:

    ...ma poi cosa sono i "locali di lusso"...intendi i bordelli? bah!


  4. ...e tra l'altro, aggiungo, per i gatti sarebbe anche molto meglio adottare dalle associazioni perchè è diventato rischiosissimo prendere un micio "così", alla cieca, in quanto la felv e la fiv sono ormai dilaganti, e almeno loro gli fanno dei controlli, quindi ti assicurano più o meno che è sano...ma perchè devo "lottarmi" per adottare un micio?...se deve essere una lotta uno è chiaro che lo compra nei negozi...

    secondo me diciamo che la cosa viene presa un po' troppo sul personale.

    ecc. ecc.

    Guarda, io di caviotti e di conigli, non so, spero sia diverso...ma per i gatti è una lotta, fidati...ho dovuto fare ottomila chiamate e mandare mails...e io li ho sempre tenuti da dio i miei animali...tutti...ad un certo punto sembrava fossero loro a farmi l'opera di bene a me...


  5. Ho letto un po' velocemente perchè avete scritto un casino e ho anche un po' di mal di testa ihihihi :lol: ...cmq Silvia74 ha ragione...concordo con quello che ha detto lei sulle associazioni e company...e non "per sentito dire" ma perchè mi ci sono scontrata io, in prima persona...

    Non so se per cani e criceti e più facile...ma con i gatti è qualche cosa di impossibile...

    Dunque, quando è morta la mia gatta Celestina, di felv, quindi non una cosa tanto bella, ho subito cercato una nuova gattina e non si sa quante mails ho dovuto mandare in giro...tutte le "gattare" che spaccavano le balle per ogni minima cosa...ve le riassumo:

    - Bisogna essere della stessa città perchè loro DEVONO controllare...(ma porca paletta, perchè dovrei poi far entrare sta gente a casa mia a vita natural durante del mio animale??!??!?!?!?!?!?)

    - Non bisogna abitare al piano terra...(chiedo venia se sono una miserabile proletaria!)

    - Non bisogna far uscire il gatto...

    - Non bisogna avere bambini... (penso quindi mi sterilizzerò...)

    - Devo firmare il modulo del "bravo genitore"...

    - Devi fare questo...devi fare quello...

    ...ma un fancu** non vi viene spontaneo di dirglielo?!?!?!!?...

    Insomma, mezza esaurita stavo iniziando seriamente a valutare la possibilità di comprarlo di razza, tanto mi avevano rotto le scatole.

    Anche perchè ormai tutti i trovatelli sono nella mani delle associazioni, quindi bisogna solo sperare in qualche buon amico che abbia cuccioli nati in casa e te li regali...

    Finalmente, una mia amica, impietosita :lol: , mi ha regalato la mia attuale gattina, Cremina...

    E per un criceto devo passare lo stesso calvario?!!?!?!? ma negozio a mille!!!!

    O vi fate più "normali" o tenetevele le vostre bestie.


  6. Intendi cani e gatti? Quelli prodotti in serie nelle fabbriche di cuccioli dell' Est? Quelli svezzati a 25 giorni, in modo da arrivare molto piccoli e quindi più appetibili in negozio, per poi essere riempiti di cortisonici per sembrare belli vitali? Quelli che dopo pochissimo tempo moriranno di cimurro o gastroenterite emorragica? Oppure nel peggiore dei casi per quanto riguarda i cani diventeranno isterici, con moltissimi problemi comportamentali che o verranno abbandonati, o faranno fare una vita del cavolo ai padroni che se ci tengono spenderanno un bel po' di quattrini presso educatori e soprattutto veterinari?

    Eh sì, poveri negozianti che perderanno i centoni! :lol:

    Tra l' altro, a causa degli onesti lavoratori che perderanno il lavoro, le fabbriche di collari elettrici non hanno chiuso e quindi l' inesperto di turno, dopo essersi comprato il chihuahua toy (che per la cronaca NON esiste, quindi si tratta di un cane rachitico con triliardi di problemi di salute) a 800 euro comprerà un collare elettrico per insegnargli a non abbaiare istericamente. Ma almeno negozianti e operai non avrenno perso il lavoro/ridotto i guadagni, mi sembra giusto.

    Babba mia, ma che mondo brutto brutto che descrivete!...ma allora l'unica alternativa è tagliarsi la gola! :lol:

    ...cmq intendevo non solo cani e gatti, ma pesci tropicali, serpenti e uccelli...


  7. dunque cercar di dare animali precedentemente maltrattati a chi li terrà bene è un animalista estremo? questa è meravigliosa XD

    dunque via i canili, i gattili etc etc...tutta gente malata di mente dato che li affida a chi, presumibilmente, li tratterà bene, facendo firmare un modulo che...dichiara esclusivamente...che li terrà bene. XDD questa è bellissima, davvero XD rinchiudiamoli poi i volontari dei canili dato che fanno anche controlli PREAFFIDO per vedere che l'animale non vada nelle mani di gente che non li sa tenere. ahahahahahahahahaah

    Mi fa piacere di averti rallegrato così la giornata :lol:

    ...cmq, mica ho detto che i canili ecc. debbono chiudere ma semplicemente evitare idiozie...anche perchè può essere che uno scriva una marea di cazzate nel famigerato modulo quindi si torna al punto di partenza...

    Forse solo la macchina della verità o lo psichiatra "esperto in esotici" può risolvere il problema... :o

    ...poi, ci sono persone (associazioni) che non fanno adottare gatti se abiti al piano terra o se abiti in un'altra città...e tutti gli animalisti genericamente sono così, a meno che non si trovino alle strette...infatti stranamente i gatti malati di fiv te li buttano dietro...

    non sto dicendo che un negozio che vende animali debba chiudere baracca e burattini, ma magari concentrarsi solo sugli OGGETTI da vendere, mangimi, gabbie, accessori e chi più ne ha più ne metta. non credo sarebbe il fallimento, se perde 4 euro di criceto e 20 di coniglio, ma ne vende 40 di gabbietta.

    Con i criceti forse ci guadagna poco, ma fidati che con tutti gli altri animali si becca anche 2 centoni cadauno e oltre...

    quale sarebbe invece il giusto valore da dare agli animali secondo te? mi interessa. :)

    Il giusto valore è capire che un criceto non è un essere umano.

    ...e questo, non per dire che gli esseri umani siano meglio, anzi, io ne sopprimerei la metà :lol: ...ma che al criceto, magari, non frega nulla della puzza, e di mangiare semi e non l'insalata...quindi non "umanizziamo" gli animali, questo intendo...

    Per i bambini si firmano moduli, quando si adotta, perchè ne va della sua educazione...ma non andiamo oltre, per favore...che ci fate solo la figura dei ridicoli e inoltre scoraggiate chi vuole adottare animali...


  8. ti contraddici, definisci ideologia animalista estrema essere a favore dell'adozione, tentando di "spezzare" la catena della vendita di animali mal tenuti.

    poi dici, però li compro solo da chi li tiene bene( e lì ci comprerei anche io, onestamente, se trovassi negozi similari, a Milano ne conosco solo uno e i criceti costano sui 20 euro cad. e il motivo c'è).

    dunque mi spieghi meglio il concetto?

    Mi contraddico in che senso?

    "Ideologia animalista estrema" significa, per me, uno che si mette lì a redigere moduli di adozione responsabile per criceti o topi (ma anche per cani e gatti eh) o esaspera il prossimo con concetti tipo il "60x40"..."criceti che non debbono accoppiarsi"...e cose così...un po' come fai tu e altra gente qui sul forum...ben differente dalla persona che rimane con i piedi per terra, dando il giusto valore alle cose, e che si impegna a tenere il più possibile bene i suoi animali...

    Io a Milano ho visto parecchi negozi in cui gli animali sono tenuti in maniera decentissima...chiaramente più animali nella stessa gabbia...con cibo e acqua...e poi sarà quello che lo adotta che si impegnerà a trattar bene quello che prende e fine...quindi ripeto, dipende da chi proviene il giudizio sul negozio e le condizioni...

    Non capisco cosa ci sia da spiegare...

    i criceti resterebbero lì invenduti, questo spingerebbe a prenderne di meno(tanto non li vendono)...etc etc. a piccoli passi si arriva ovunque. ma bisogna iniziare a muoversi. se nessuno lo fa, non cambieremo mai nulla.

    Ma scusa, e così per colpa tua una persona perderebbe il lavoro e la sua attività...bel discorso questo...


  9. Vabbé ma qui si sta parlando di criceti tenuti in condizioni pietose, se uno vive in un posto dove non ci sono adozioni ho sempre consigliato l' acquisto in negozi dove vengono tenuti bene, mai in negozi dove stanno in venti in una gabbia di 30x20 senza cibo e acqua... lì ci vorrebbe una denuncia o almeno fare un commento al negoziante, altro che acquisto...

    Comunque bisogna anche valutare queste "condizioni pietose" e da chi proviene questo punto di vista...io ho visitato parecchi negozi di animali, in diverse città d'Italia (Verona, Milano, Salerno, Roma, ...) perchè mi piace e non ho mai visto cose simili...è ovvio che non possono tenere un animale per gabbia...ma mi pare anche ovvio, no?...a parte che secondo me alcuni qui sostenevano che non bisogna lucrare sugli animali e secondo me è una cavolata...


  10. Bah, io non vedo differenza alcuna...penso sia la stessa medesima cosa...però se devo scegliere tra le due cose preferisco la seconda ipotesi...per prima cosa perchè mi devasto le maracas a dover firmare inutili moduli di adozione responsabile...per seconda cosa perchè non vedo perchè un onesto commerciante dovrebbe perdere il lavoro per queste ideologie animaliste estreme...

    Chiaramente SOLO da commercianti come si deve, che sanno come trattare bene i propri animali...

    Poi ovviamente dipende dal momento, dalla circostanza...a me per i gatti è sempre capitato me li regalassero o di trovarli in giro...mentre per i criceti sempre acquistati...


  11. Fai bene a controllare anche se il pus a volte esce dalle vie urinarie per infezioni. Naturalmentre anche io spero nella seconda cosa anche perchè il mio Tommy.....che è uno zozzone :wub: ... lo fa abitualmente sulle mie mani durante la passeggiatina.. quando si mette a cavallo delle mie dita......non so se rendo :rolleyes:

    Ehi ehi ehi, area HOT! :ops:

    Ma cosa gli fate voi ai criceti...!!! :happy:


  12. @darkadea: Visto che ti sta a cuore il discorso economico, ti dico che in Inghilterra il costo del cibo biologico è di poco superiore al cibo "normale" ed è sostenibilissimo (peccato che le colture locali non sappiano di nulla perché gli manca il sole); il costo dei cosmetici è in generale assurdo, però, se puoi permetterti i prodotti di marca, allora puoi scegliere di optare per quelli bio in quanto la differenza di prezzo è sempre minima.

    Per esperienza mia, in Italia c'è molta speculazione sul costo dei prodotti bio, sarà anche perché lì sono concepiti come prodotti di nicchia, quindi la differenza di prezzo con quelli non bio è parecchio marcata.

    Adesso spero non si offendano le piccoline che stanno partecipando al topic, ma spesso quando sono le mamme a fare la spesa non ci si accorge dei prezzi e di quanto costa la vita...come infatti dice etra, in Italia c'è una speculazione pazzesca su questi prodotti...io sono entrata da Natura Si e fidatevi che TUTTO (dal cibo agli assorbenti) costava il triplo, se non il quadruplo...anche nei supermercati, tutti i prodotti biologici costano il doppio e il triplo di quelli normali...per esempio i burger di soia (di una nota marca che ora non rammento)...sono due robettine dal gusto orrendo con chissà cosa dentro e costano la bellezza di 4 euro!...con 4 euro ci prendo un filetto quasi!!!!...per non parlare, poi, dei prodotti di cosmesi non testati (io fortunatamente non mi trucco)...poi c'è anche da dire che spesso tanti supermercati non tengono tali prodotti, di conseguenza bisognerebbe girare più posti...e il tempo?...chi ce l'ha quando si lavora, come me e il 90% dei lavoratori, dalle 9 alle 18?!?!

    Bah!...dico solo una cosa: "Ha da veni' Baffone!" :lol:

    Vediamo di non offendere tanto per iniziare..anche se è risaputo che non sei capace di dialogare senza scagliarti contro chiunque. Puma cri mi ha fatto delle obiezioni molto civilmente e le ho risposto.

    A te dico solo che intanto per la mia nutrizione non muore nessuno e tu non puoi dire altrettanto per te e questo è un dato oggettivo. Se tu non sei capace di fare una scelta o se l'hai fatta essendo onnivora, segui la tua inclinazione ma non offendere gli altri. Chi vuole davvero un mondo migliore cerca con fermezza e perseveranza di far capire la propria posizione a chi si ritiene stia sbagliando, ma assalire non porta a nulla. Solo il dialogo costruttivo è utile e strumentale a tal fine.

    Dire ad una persona che è ipocrita in un certo contesto non credo sia un'offesa...nel senso che la tua scelta è assolutamente incoerente.

    Mc donald's lo boicotto pure io che non sono vegetariana!!!

    Comunque noto "piacevolmente" come a tutte queste persone sensibili verso gli animali non frega nulla di chi perderebbe il lavoro a causa di una scelta vegana di massa (nessuno mi ha infatti saputo rispondere)...e non stiamo parlando dei negretti dell'africa (il solito esempio trito e ritrito...)...ma della gente che resterebbe a casa e del danno sociale ed economico che ciò comporterebbe...perchè care ragazze bisogna anche grattare un pochino la superficie delle cose...vi faccio un diagramma di flusso facile facile...

    TUTTO IL MONDO VEGANO --> TUTTE LE INDUSTRIE DI ALLEVAMENTO/MACELLO ANIMALE CHIUSE --> TUTTI I LAVORANTI A CASA --> LO STATO CHE LI MANTIENE --> TASSE AUMENTATE DISASTROSAMENTE --> MAMMA E PAPA' CHE NON VI MANDANO PIU' A STUDIARE MA A ZAPPARE LA TERRA.

    E fidatevi che zappare la terra è faticoso.


  13. In realtà la tigre fa un favore immenso ai bufali che caccia...bla bla bla...

    Ancora... -___-

    ma era un esempio, zio bello! Un esempio!!!...che mi frega della tigre nello specifico!?...era per dire che la natura non è tutta rose e fiori e che gli animali se ne fregano!...agli animali non frega un bel nulla di queste cose!...

    Se diventassimo vegani ci sarebbero meno bovini, ovini, equini ecc.. o no?

    E la gente che perderebbe il lavoro per le vostre scelte vegane?

    Sì, ne trovo in abbondanza e non costano nemmeno un'esagerazione ;) Mi è capitato di provare anche molti prodotti vegan, tipo il latte di riso alle nocciole o il ragù di soia che sono davvero buonissimi... quelli sì sono un po' costosi, però mozzarella, latte, uova, formaggio eccetera lo trovo tranquillamente biologico e non andiamo in bancarotta :)

    Bah, non so dove vivi tu ma qui costano il triplo...per esempio bagnoschiuma non testato = 6 euro più o meno VS quello testato = 2 euro.

    Ciao gente, io sono una vegetariana ciciotta inamorata delle patatine fritte del Mc donald .... quindi ci vado e non magio carne ma prendo le insalte solo di verdura.

    Volevo dare a vegetariani e vegani una notizia, che forse per loro non lo è: sono appena tornata dall'Irlanda e lì ho scoperto che bURGHER kING HA IL VEGGIE MENù ed è buonissimo perchè l'ho mangiato, un mega paninone con 2 polpette vegetali buonissime + come gli altri menù bibita e patatine (la mia grassa passione ^_^ ). Non so se sia presente anche in italia ma mi informerò e se qualcuno lo sa già sarebbe carino dircelo.

    Provate questo menù se c'è in italia perchè, che siate carnivori, vegani o vegetariani, è buonissimo :P:chef:

    erika (oltre a sara) è l'esempio più calzante dell'ipocrisia vegetariana/vegana! :lol:


  14. Certo, infatti un chital nato nella foresta, in completa libertà, con la possibilità di stare a contatto con la propria madre, abituato a correre, a mangiare vegetali freschi, a muoversi quanto vuole soffre esattamente quanto un maiale imprigionato in una gabbia di metallo, senza possibilità di movimento o di alzarsi da terra, che vive nello sporco e senza mai vedere nemmeno il cielo, preso a bastonate, nutrito a farine antibiotiche e usato come macchina per riprodursi tramite fecondazione artificiale senza neanche la possibilità di vedere i suoi cuccioli ;) Hai proprio ragione... poi naturalmente il chital quando viene soffocato dalla tigre (non mangiano le proprie prede vive, quello a volte lo fanno gli animali in branco) soffre molto di più che un maiale a cui a volte sparano una vite in testa (senza ucciderli), che maltrattano, bastonano, sgozzano o scuoiano e appendono ancora vivo :)

    MA PER FAVORE! Questa mi dispiace ma è una cavolata bella e buona. E comunque essere vegetariani non vuol dire credere di salvare il mondo. Io sono vegetariana perchè non voglio sostenere questo tipo di macello intensivo e senza rispetto, penso che se la gente non mangiasse o ne mangiasse meno, la carne proverrebbe sicuramente da produzioni più rispettose. Comunque il fatto che io non possa fermare tutto il male di questo mondo non significa che non possa fare qualcosa verso alcuni fronti. Allora dato che tanto l'inquinamento c'è lo stesso perchè non buttiamo la spazzatura in mezzo ai boschi? Tanto vale non fare la raccolta differenziata... tanto vale usare meno l'auto, limitare i consumi, comprare prodotti biologici... tanto chi ci crediamo di essere, non possiamo combattere contro tutto, quindi meglio non sprecarsi anche solo a fare qualcosa ;)

    Vabbè ma che ne so io del chital, scusa! :lol: ...non so neanche cos'è! :lol: ...cioè, non prendete il caso specifico nel dettaglio...era un esempio per dire che non è che la natura sia tanto "buona" e nemmeno gli stessi animali...

    Poi non approvo gli allevamenti di quel genere, l'ho detto mille volte...ma cosa devo fare oltre che evitarli il più possibile?...(senza chiaramente andare in bancarotta! :lol: )

    Infatti ognuno che faccia nel suo piccolo ma che non faccia neanche l'ipocrita, questo intendevo.

    Ma toglimi una curiosità, tu tutti i latticini e le uova li compri biologici?

    altre cose non mi interessa (gallina)...

    D: povera gallina!


  15. Perchè la tigre non soffre quando mangia la sua preda e non si è mai messa in tutta la sua vita a pensare se questo sia giusto o no.

    Appunto! Perchè la tigre infatti non "umanizza" queste cose...

    Io intendevo che in tutto il regno animale è così che funziona (per i carnivori/onnivori intendo)...gli stessi animali che noi "umanizziamo" non se ne fanno un problema, quindi anche io come animale non me ne dovrei fare, secondo me...

    La tigre non avendo "sentimento" adempie semplicemente ad un istinto, non interessandosi del dolore fisico del suo gesto...noi umani invece cerchiamo, chiaramente, di alleviare le pene delle bestie non massacrandoli in quel modo...

    Ma se tu mangiando un animale, anche solo per un momento, ti metti a pensare se è giusto o no che lui muoia per te... allora qualcosa deve cambiare, anche solo nel piccolo.

    Ma non è questione di giusto o sbagliato...è un regime alimentare...non si fa per crudeltà o cosa ma solo per mangiare proteine e sostanze nutrizionali di cui l'essere umano ha bisogno...poi che spesso le bestie vengano inserite in un'ottica troppo "industriale" su quello sono d'accordo ma ripeto per cambiare davvero le cose, bisognerebbe se ne occupassero i governi e non noi singoli...

    ma se tutti fossero vegetariani sarei decisamente più in pace con me stessa.

    Secondo me invece sarebbe molto peggio perchè si alzerebbero ancor di più le tasse per i servizi sanitari!!!! :lol:

    A parte gli scherzi, io credo non cambierebbe niente, anche perchè gli animali vengono sfruttati anche per fare uova, latte, formaggi, ecc...

    E poi, scusate, non ci pensate a tutti quelli che perderebbero il lavoro per queste "scelte alimentari"?

    Gli unici veri rimedi sono:

    - mangiare una dose equilibrata di carne per un benessere generico di tutto e tutti

    - controllare gli allevamenti che abbiano rispetto per i propri animali

    Tutto qui.


  16. Ma poi non capisco perchè io dovrei sentirmi in colpa a mangiare una bistecca quando la tigre se le mangia vive le sue prede?...e allora che anche la tigre diventi vegana!

    In fondo, anche nell'allevamento peggiore, gli animali soffrono senz'altro meno che le povere prede della tigre in questione...

    Adesso io non voglio disincentivare gli amici vegeteriani e vegani, ma secondo me questa scelta è più logica e comprensibile se motivata con "la carne fa male perchè super ormonizzata (nota personale: e comunque lo è anche la soia) o non mi piace e quindi non la mangio..." ...cosa c'entra il motivo dell'aiuto all'ecosistema e al pianeta...ma allora uno manco più in automobile dovrebbe andare!...e neanche prendere l'aereo per andare a farsi i viaggi!...ogni azione dovrebbe essere super monitorata e analizzata perchè indirettamente potrebbe danneggiare l'ecosistema...da qui il mio discorso che solo l'eremita stoico che vive nella capanna sul monte crocetta col suo orto potrebbe (e forse) essere coerente!...

    Uno che cerchi di fare qualcosina nel suo piccolo, ok, ma che non venga qui a dir paroloni che è solo ridicolo.


  17. Darka io ti do parzialmente ragione... però dai non esagerare, un piatto di pasta col sugo al pomodoro è una pietanza vegana e non mi pare che ci si impieghino secoli a prepararla :lol:

    Sì però mangiare sempre pasta non fa bene e fa ingrassare...intendevo che per realizzare un piatto vegano minimamente appetibile ci vuole parecchio tempo...

    Poi il fatto secondo me è che si consuma troppa carne, male allevata per di più... non sarebbe più bello mangiare una bistecca sapendo che la mucca è vissuta come si deve? Magari ci si potrebbe concentrare sul "poco ma buono"... poco consumo di carne, pochi allevamenti ma che riescono a garantire buoni prodotti e benessere! La maggior parte degli allevamenti è a stampo intensivo per poter soddisfare il consumo spropositato di carne e gli animali vengono allevati stando immobili tutta la vita e muoiono appesi vivi... Io trovo che a mangiare carne non ci sia nulla di male, quello che mi scoccia è come ci arriva la carne sul piatto.

    Su questo sono d'accordissimo con te...ma il problema è che di queste cose dovrebbero occuparsi i governi, vietando tali allevamenti o effettuando maggiori controlli...il singolo non può far nulla, se non spendere un capitale da Natura Si...l'ideale sarebbe magari conoscere qualche azienda agricola o allevatore come si deve...ma non è cosa facile, soprattutto per chi vive in città...

    Poi sinceramente non trovo il nesso col trovarsi in un campo di sterminio

    Era per dire che questa è una scelta "buontempona", di persone, secondo me, che perdono spesso la lucidità sulla realtà e sui problemi veri...

    Comunque a me principalmente sta sulle palle la gente ipocrita...ovvero quelle persone che fanno tutte le belle qui e poi in realtà sono tra le più consumiste in assoluto...perchè secondo me il discorso di sara ha senso se lei fosse una specie di eremita stoico e invece...bah!...

    Poi sinceramente, cara sara, non mi sembri proprio il ritratto della salute, scusa se mi permetto...cavolo, peserai 40 kg e sei bianca come un cadavere...quindi evita per favore discorsi del cavolo...perchè le proteine e le vitamine, la quantità di ferro che ti dà una bella fiorentina al sangue non te li darà MAI un piatto di soia!!!

    Poi se uno integra con grassi beveroni di farmacia allora ok, ma quelle vitamine lì dentro non credere vengano dal praticello...


  18. Comunque, ognuno mangia quello che vuole, il proselitismo non mi è mai piaciuto, però non mi si venga a dire le solite frasi fatte del tipo "chissenefregadeglianimalicisonoproblemipeggiori" ^_^

    Peccato che sia vero.

    Prova ad immaginarti, cara sara, in un bel campo di sterminio e dimmi se penseresti o meno che quella simpatica salsiccia laggiù non merita di essere mangiata.

    Purtroppo quando si ha tutto, non si hanno problemi e un bel nulla su cui riflettere, ci si strugge e si lotta per queste cause...e cosa succede? Non si risolve assolutamente nulla ma si finisce invece per creare una bella classe di consumatori, ben pensanti, tutti pieni di ideali, ma beceri consumatori e basta.

    E con questo, non per dire che è sbagliato essere vegani, ma io i vegani che comunque consumano, fanno i viaggetti, passano il tempo su facebook e su internet a riempirsi la bocca e che credono di risolvere qualcosa mangiando erba e mettendo mi piace all'ennesima pagina animalista mi fanno solo ridere.

    Quindi che dicano così: "Non risolvo nulla, comunque consumo, però poichè voglio illudermi di essere quello che non sono, mangio erba".

    E comunque voglio vederti/vi quando lavorerai/lavorete quanto buon tempo avrete di preparare a tutta la famiglia invitanti pranzetti vegani, e quanto invece sarà preferibile dopo 8 ore di lavoro cuocere una bella e succulenta bistecca in padella.


  19. Confermo, sono vegana da poco meno di un anno e sto una meraviglia... Tralasciando il benessere interiore dato dalla consapevolezza di non mangiare cadaveri, di non contribuire alla morte di nessuno e di sostenere l'economia e il mio pianeta, anche a livello fisico non sono mai stata meglio :)

    prima avevo difficoltà a mantenere il mio peso ideale, stavo sempre a stecchetto e dei seri problemi di alimentazione avuti in passato mi avevano lasciato in eredità un profondo disamore per il mio corpo... Grazie al mio nuovo stile di vita mangio molto di più, ma cose sane e molto meno caloriche, il mio peso è stabile, non ho più problemi di gonfiore o costipazione e non mi ammalo mai! :D

    Ovviamente, analisi ok e nessuna carenza :)

    Diciamo che i vantaggi non sono sicuramente solo per gli animali, ma anche a livello salutistico il nostro corpo ci guadagna parecchio ;) non tornerei indietro per tutto l'oro del mondo, e vi assicuro che non campo solo di verdurine :lol: ma mangio tanto e variegato, molto più di tanti onnivori di mia conoscenza :rolleyes:

    EDIT: mi sono accorta solo ora che il post non è proprio recentissimo, chiedo perdono!

    Due domande per sara:

    1) chi prepara da mangiare a casa per i pranzetti e cenette vegane?

    2) quanto spendi al mese per alimentarti con prodotti perfettamente biologici, di sostenimento all'economia e al tuo pianeta?

    In generale: sono assolutamente in disaccordo con il lanciare messaggi del tipo "anche a livello salutistico il nostro corpo ci guadagna parecchio" perchè sara non è nè un medico nè un nutrizionista, quindi cerca di parlare in prima persona, che non sei il papa...

    Io dico solo che quando ero vegetariana stavo male, ero ingrassata e ossessionata da valori assolutamente "buontemponi"...per stare "bene" con questo tipo di regime alimentare ed essere coerenti bisognerebbe guadagnare sui 2000 e oltre euro al mese e passare la giornata in cucina...e comunque consapevoli che non si risolve un bel niente!...perchè TUTTO IL SISTEMA è basato su questo meccanismo, quindi sguazzare nel sistema scontrandosi contro il sistema è un paradosso insensato.

    Per fare un esempio: anche l'uso smodato e inutile di facebook cambiando continuamente, che so, foto profilo consuma inutilmente energia elettrica e/o risorse ambientali, quindi consiglio vivamente di occupare tale tempo a piantare alberelli di mele.


  20. Ecco allora com'è accaduto! Ricordavo infatti che in una passata discussione dicevi di non volerli fare accoppiare di nuovo, quindi non mi trovavo con questa seconda gravidanza.

    Come hai potuto constatare anche tu, gli unici materiali che tengono coi roditori sono quelli metallici (si chiamano appunto roditori, eh!). Ti consiglio di separare i due esemplari in una gabbia ciascuno (di dimensioni adeguate), sia a causa del divisorio per nulla sicuro, sia perché per i due può diventare frustrante sentire l'odore dell'altro senza potersi incontrare fisicamente (soprattutto quando la femmina è in calore).

    Ma è stata la forza dell'Ammmoooore!!!!!!!! :wub:

×