Jump to content
Francesca1985

Adottarli O Comprarli?

Recommended Posts

Volevo aprire una discussione su questo argomento....

Io ho sempre avuto animali non di razza, il mio cane l'ho preso al canile,le gatte una mi è nata in casa e l'altra l'ho adottata, i miei cricetini di quando ero piccola li abbiamo presi da un privato e così pure le cocorite.

Per quanto riguarda cani e gatti sono sempre stata certa della mia scelta:l'adozione.

Mi sembra assurdo comprare un cane in allevamento quando nel canile ci sono migliaia di piccoli che ci nascono, crescono e muoiono in condizioni, la maggior parte delle volte, totalmente assurde.

Ma per i criceti?

So per esperienza che moltissimi negozi non li tengono nelle condizioni adeguate, gabbie piccolissime, mangime inadeguato, criceti tenuti tutti assieme che si passano malattie, morsi, che si accoppiano spesso tra consanguinei e danno quindi alla luce piccolini spesso malati e...Ultimo ma non per importanza che vengono venduti come animali da pasto.

Dai privati e nelle associazioni invece si tengono bene, c'è spesso una buona conoscenza del mondo 'cricetesco' e si è sicuri che non andranno a fare una brutta fine, quindi...

Constatato che da quando ero piccola io non è cambiato NIENTE nei negozi (Si parla di almeno 15 anni fa) e che la vendita dei criceti non si fermerà mai perché ci guadagnano (si riproducono ad una velocità impressionante, non costa nulla mantenerli, i bambini li adorano, le mamme glieli comprano, chi ha un serpente gli offre un piatto completo con pochi euro) non sarebbe un atto di bontà toglierli da quella fine anche se magari durano meno perché più deboli di quelli dei privati?

Ps: Non mi attaccate, come ho già detto io ho sempre adottato, ho comprato solo i due conigli che non volevo, ma che adesso adoro. (Mi ha obbligata il mio ex) da un negozio che me ne ha venduti due prima di quelli e che sono morti.

Grazie per le risposte!

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

io li prendo al negozio di mio cugino ,dove sono tenuti a schifo(al momento c'è un topino in una 20x20) e sono gratis(per me),così risolvo ogni dilemma etico...xD

detto ciò,io preferisco prenderli se sono tenuti male,non tanto per fare " una buona azione" quanto per il fatto che secondo me sono più intelligenti e svegli di un animale nato e cresciuto nella bambagia...A me personalmente va bene anche l'associzione,perchè spesso i criceti che hanno sono recuperati da maltrattamenti...inoltre adottare un animalino da un'associazione aiuta tantissimo perchè a volte ci sono periodi in cui sono invasi da animali e devono perciò rifiutare di prenderne altri perchè non c'è posto...

dei miei topini due sono nate dalla cucciolata di due anni fa dei miei toponi, uno è stato preso al mercato e gli altri(dorata inclusi) vengono dal negozio di mio cugino..i caviotti li ho presi dall'aae e la gatta l'abbiamo comprata pagandola 400 euro in un negozio di pontedera(che ladrocinio legalizzato) perchè i miei non volevano aspettare a prendere un micino e le associazioni non ne avevano in quel periodo...3 giorni dopo averla comprata ci hanno telefonato dicendoci che era stata trovata una micina nera di 35 giorni ma ormai avevamo la Cleo..essendo un animalino da negozio si porta dietro taaaaaaaante fobbie e problemi comportamentali,all'inizio aveva pure i tic nervosi che ora sono quasi spariti...tornando indietro non rifaremmo la scelta di comprarla,non per la micia in sè (è una brava felinetta!) ma perchè ce ne sono tanti altri più bisognosi.. Paradossalmente ora che siamo in contatto con le associazioni non possiamo adottare cani o gatti sennò la gatta dà di fuori...se mai in questa casa dovesse entrare un gatto/cane sarà un cucciolo trovatello più o meno intenzionale ,con buona pace della Cleo!

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Clacly839

io penso che il discorso : adozione moralmente più nobile dell'acquisto valga solo per cani e gatti

mi spiego.cani e gatti abbondano in strade e canili dove seppur sfamati e tutto sono privati di una famiglia e di tutte le cose importanti per loro e per il loro benessere di conseguenza se decido di accogliere in casa un cane o un gatto "moralmente" la priorità sarebbe da dare a quelli in strada o in canile invece che comperare

per animali invece come conigli, cavie e criceti trovo stiano decisamente peggio e con l'urgenza di essere salvati gli animaletti dei negozi

un coniglio tenuto in associazione infondo vive già bene : sta da un affidatario , viene tenuto libero, portato dal vet e alimentato correttamente

i nigli(criceti,cavie ecc) nei negozi rischiano di essere comperati dalle persone più incompetenti o peggio di crescere lì in negozio e passare mesi e mesi in una gabbia stretta, alimentato a pellet e senza interazioni ne stimoli di ogni genere :(

mi piace molto invece l'adottare da privati in difficoltà o salvare piccolini tenuti male (tipo come è stato per te con Claire):sisi:

ps- non sono assolutamente contrario ad acquistare cani e gatti di razza.volevo precisarlo questo

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

A parte Iron (preso dalla cucciolata di un'amica) ho sempre comprato anch'io gli animali più piccoli come criceti, coniglio, pesci, uccellini. Ho adottato il cane da un privato e il gatto dal gattile. Dopo l'esperienza del gatto però credo che d'ora in poi adotterò anche i criceti (nella nuova casa nn posso tenere animali grandi e il gatto è rimasto dai miei).Nn so, ma il giorno del gattile ho riflettuto e mi embrata davvero la cosa più sensata. Devo però dire che nel paese dove vivevo coi miei il negozion di animali era in perfette condizoni. Era evidente che la proprietaria lo faceva per passione. Le gabbie erano sempre ampie e pulite,con lo scottex bianco al posto del cotone, con le ruote e i tubi in cartone per far giocare i criceti. Gli acquari erano puliti e mai sovraffolati e lo stesso per gli uccellini. Davvero un bel negozio! Le prime volte che ho letto il forum mi sono sconvolta dalle vostre descrizioni dei negozi dal momento che io avevo sempre visto quello..dev'essere davvero un eccezione!

Penso però che se si vedono situazioni tragiche per salvare l'animaletto sia giusto anche comprarlo.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Io, a parte cani e gatti ho sempre comprato tutti gli animali, ma credo che chi ne abbia l'occasione dovrebbe adottarli...!!

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

E' vero vedere i cricetini o altri animalini soffrire nei negozi fa venire voglia di salvarli, perchè naturalmente uno pensa al bene del "soggetto" che vede in quel momento. Purtroppo però molti animaletti andrebbero "sacrificati" (nel senso non comprati) a nome della causa più generale di contrastare il loro commercio indiscriminato e la vendita a persone non responsabili ed informate, solo così si potrebbero far finire i maltrattamenti, gli incroci sbagliati, i troppi accoppiamenti ecc. Se uno sceglie di adottarli dalle associazioni fa una scelta etica nel senso che dichiara : "ho scelto di non dare soldi a degli sfruttatori per valorizzare e gratificare invece solo chi rispetta davvero gli animali". Per questo ora che so che esiste l' AAE penso che il prossimo cricio lo adotterò.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Guest bebe

Bisogna adottarli!Di qualsiasi animale si parli,perchè se è un criceto in negozio viene tenuto in gabbie minuscole,con cotone,cibo di marca scadente,ruote a pioli piene di ruggine,ammassati tutti insieme senza distinzione di sesso,nella lettiera per gatti,sommersi dai propri escrementi e dalla loro urina(ho visto tutto questo in un negozio di animali gestito da...indovinate un po'?UN VETERINARIO!Cioè,capisco che sia un """""""""""""""""""""""""veterinario""""""""""""""""""""" generico,ma neanche le cose BASILARI per la vita di un povero criceto indifeso sa?Scusate la parola,ma allora è proprio un ignorante -.-",io non comprerò mai criceti da quello lì!So che se li compri li salvi,ma dare 12 €(sì,lì costano così -.-") a un ignorante che maltratta i criceti,mi spiace proprio no,non ha senso "ingrassare" un tipo così.

Anche per i cani e gatti bisogna adottarli,perchè c'è gente spregevole che li abbandona o li schiaffa in un gattile/canile e non pensa al fatto che possano soffrire,se li adottiamo possiamo fornirgli una casa accogliente e una famiglia che li ami.

Non importa l'età,lo stato di salute ecc,perchè voglio vedere io se uno sta male,soffre,vive in gabbia e si sente dire "no,non lo prendiamo perchè puzza" oppure "no non lo prendiamo perchè è malato" o ancora "no non lo prendiamo perchè tanto ormai è vecchio"(anche queste cose le ho sentite io quando volevo prendere un cane e sono andata in un canile).

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Braciola l'ho acquistato in un negozio: era già quasi adulto (un paio di mesi?) e ho pensato che sarebbe finito in pasto a qualche serpentello.

In ogni caso, non compro animali per strada o alle feste di paese né faccio acquisti - cibo e accessori compresi - in negozi che a mio parere maltrattano gli animali e/o non li tengono in condizioni adeguate, per non foraggiare ulteriormente il business.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Ho sempre adottato cani e gatti in difficoltà, perchè ce ne sono tanti e trovo il loro commercio una cosa davvero triste.

Il cavallo ho dovuto comprarlo, perchè all'epoca ero convinta che non li regalasse nessuno (perchè di grande valore) e invece adesso, tramite internet, so che anche loro si possono adottare e ce ne sono tanti in difficoltà.

Per i criceti è un discorso su cui sono confusa, nel senso che sono ovviamente favorevole all'adozione, ma quando vedo come sono trattati in negozio e quando penso in che mani andranno a finire... non mi sento così in colpa per quelli che sono venuti a vivere con me. Certo, vorrei adottarli da persone che conosco o da associazioni che ne hanno in difficoltà, ma a volte penso che anche quelli siano in difficoltà, specialmente nei negozi che hanno anche serpenti... quindi, in teoria sarebbe bello non vederli più in negozio, se tutti smettessimo di comprarli non li venderebbero più, ma questo è impossibile e quindi che fare? Un bel dilemma! Di sicuro è bene, quando possibile, adottarli invece di farli riprodurre... ma questo è un altro discorso. :)

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo su tutto...

Io ho sempre adottato ma sui criceti sono un panne...So che il loro commercio non finirà mai per mille motivi e che nei negozi sono trattati peggio che nelle associazioni dove vengono tenuti con amore...Quindi che fare?

Per la riproduzione concordo...Io sono contraria a far fare cuccioli, a che pro se poi si regalano o si danno all'aae?

Per l'emozione del parto?Mah...Meglio aiutare chi è in difficoltà piuttosto che far nascere nuove creature.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Riporto su il topic perché stavo facendo questa riflessione proprio qualche giorno fa con un'amica, passando davanti a un negozio di animali.

Io vedo che qui sul forum si insiste spesso sul raccomandare un'adozione rispetto all'acquisto di un animaletto in un negozio. Per carità, io sono d'accordissimo sul fatto che lucrare sulle vite delle bestioline sia sbagliato, ma mi chiedo se sia giusto scoraggiare gli utenti da un'azione che, a mio avviso, agli animaletti porta benefici maggiori rispetto all'adozione.

Prendiamo un cricetino che per ora è affidato a un'associazione. Io di lui so che al momento è tenuto da una persona competente e amorevole, persona che nella peggiore delle ipotesi (quella di non trovare un adottante), non permetterà comunque che la sua vita venga vissuta senza cure, affetto e agio. Nella migliore delle ipotesi, so che andrà a stare da una persona in grado di offrirgli la migliore delle sistemazioni, perché l'adozione non verrebbe consentita in caso contrario. Di un cricetino che sta in un negozio cosa so? Che viene tenuto male, in gabbie piccole e sporche, senza un'alimentazione adeguata, ammassato con altri cricetini, correndo il rischio di venire ferito in qualche zuffa, e le probabilità su come andrà a finire per lui sono più o meno queste: 30% passerà la sua vita in quel negozio; 60% verrà comperato da persone inesperte che non si informeranno adeguatamente su come tenerlo al meglio e/o sarà il giocattolo di qualche bambino o sarà il pasto di qualche serpente; 10% verrà comperato da una persona competente o comunque volenterosa di informarsi e offrirgli la vita migliore possibile, con tutte le cure, le spese e l'amore del mondo, e penso che 10% sia una stima ottimista. Aggiungiamo anche che in parecchi casi, proprio per il modo in cui sono tenuti, un cricetino proveniente da un negozio può necessitare di cure e attenzioni maggiori perché la sua salute potrebbe non essere ottimale, quindi quello con le più basse probabilità di essere accudito a dovere rischia di essere pure quello con i bisogni maggiori.

Io posso anche prendere una posizione contro il commercio degli animali scegliendo l'adozione, ma a conti fatti, questa questione di principio avrà quasi certamente negato una vita felice a un cricetino per darla a un altro che l'avrebbe avuta comunque anche se non l'avessi adottato io. E una contropartita valida purtroppo non c'è, perché quello che ha detto Francesca è vero, non stiamo né ostacolando né tantomeno bloccando il commercio, che vive bene pure senza di noi. Si tratta di "sacrificare" i cricetini dei negozi (e cavie, coniglietti, e così via) solo per dichiarare "io non sono d'accordo".

Io ammiro e supporto il lavoro delle associazioni, ci mancherebbe altro. Quando vado nella sezione "Offro" mi prende male al cuore, me li porterei a casa tutti quanti. Ma se dovessi prendere un altro cricetino, non so se riuscirei a ignorare il fatto che oggettivamente i piccolini nei negozi hanno più bisogno rispetto a quelli offerti in adozione.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Io personalmente credo sia giusto sia comprarli da un negozio che adottarli. E' vero, adottare è una bellissima cosa, ma come dice

Amaranth le associazioni tengono bene i cricetini e poi se ne prendi uno da un negozio lo salvi dalle pessime condizioni in cui è tenuto

(nella maggior parte dei casi) o dal pasto ai serpenti. E' anche vero che chiunque non vorrebbe dare dei soldi a un negoziante

incompetente (ci mancherebbe altro!) ma allora tutti i poveri criceti tenuti male nei negozi sarebbero costretti a restarci a vita, e allora

meglio tirarli fuori di lì piuttosto che lasciarveli ... E poi sì, non si vuol pagare uno che tiene male i criceti, ma non è che quello li tiene meglio

o chiude il negozio perchè una persona su 100 non va a comprare da lui per quel motivo ... non so se mi spiego ...

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Le associazioni aiutano centinaia di criceti che prima stavano malissimo, se nessuno adottasse più loro non protrebbero essere salvati. Adottereste di più se i cricetini invece di venir tenuti bene dalle associazioni venissero trattati come prima di venire soccorsi? :D

Se adotti da un' associazione salvi DUE criceti (quello che ti porti a casa, che è stato tolto dalle condizioni disagevoli, e quello che verrà aiutato dopo di lui), se compri invece ne salvi uno ma condanno quello che verrà dopo di lui e quello che non verrà salvato dall' associazione.

per me acquistare non ha senso, poi certo restare indifferenti davanti ad un criceto morente è difficile, e infatti si può fare denuncia e un bel cazziatone al negoziante... magari non succede niente, ma è comunque la cosa piû utile a tutti i criceti. Chi compra conigli in negozio poi si tira addosso un bel po' di problemi, dato che i niglietti vengono nutriti male e svezzati troppo presto...

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

In effetti è un argomento su cui bisognerebbe riflettere. Qui sconsigliano tutti di comprare degli animali dai negozi, anche perché si rischia di portare a casa un esemplare malato, sporco o stressato. E' anche vero che ad acquistare un animaletto si fa un gesto ugualmente onorevole, secondo me. Basandoci sulla nostra esperienza possiamo già concludere che nei negozi sono tenuti peggio che nelle associazioni, Polpettino ad esempio conviveva con un altro criceto (senza pelo, probabilmente si erano azzuffati), non aveva né ruota né acqua. Purtroppo c'è molta disinformazione in giro, ma pur di vendere i negozianti potrebbero anche farti acquistare un coniglio morto. -.- Acquistandoli li salviamo anche da quello che purtroppo è destino certo: diventare pasto per serpenti.

Concordo inoltre con il fatto che se anche non acquistassimo più animali o prodotti dai negozi, saremmo una persona su chissà quante, e di certo non cambieranno né modo di gestire il negozio né smetteranno di tenere gli animali nelle peggiori condizioni.

Non mi riferisco a tutti i negozi, ma direi che una buona maggioranza di percentuale è disinformata e pur di ricavare soldi dà indicazioni sbagliate ai clienti.

Passando alle adozioni, beh adottando un criceto si aiutano le persone che si occupano di accasarli e il piccolo è molto probabile che riceva le migliori cure ed attenzioni, dato che penso in tanti abbiano delle "restrizioni" per assicurarsi di accasare l'animale là dove ci si può fidare, ad esempio misure di gabbia minime 60x40 cm., la conoscenza di un veterinario in caso il piccolo mostrasse segni di malessere etc.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Mi è capitato di riflettere spesso su questo argomento e trarne le conclusioni non è per niente semplice, però ragazzi miei.. quando vedo questi poveri animaletti nei negozi, ammassati in spazi che definirli piccoli è un'eresia, con un'acqua che più sporca non si può, con un ciotola piena di non si sà che... mi si stringe il cuore in una maniera pazzesca! E' più forte di me, se potessi li prenderei tutti...

Capisco perfettamente che gli animali delle associazioni sono stati salvati da altrettante situazioni disastrose, ma ora hanno la fortuna di vivere bene!

Quei poveri animali nei negozi, al 90%, passano dalla padella alla brace!

Un paio di giorni fa sono entrata in un negozio e, in uno spazio di (più o meno) 1mx50 erano ammassati una dozzina di coniglietti!! :(

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Io ho preso il mio Rodney in un negozio. Era in una teca di vetro insieme ad altre caviette avevano segatura sotto le zampette una ciotola di pellet misto a semi ed un pugno di paglia nessuna casetta niente verdura fresca. Mi ha guardata attraverso il vetro e non ho potuto andarmene senza di lui sembrava così triste

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Se adotti da un' associazione salvi DUE criceti (quello che ti porti a casa, che è stato tolto dalle condizioni disagevoli, e quello che verrà aiutato dopo di lui), se compri invece ne salvi uno ma condanno quello che verrà dopo di lui e quello che non verrà salvato dall' associazione.

oltre a questo fattore assolutamente sacrosanto,

state dicendo che è meglio comprare perchè i criceti ai negozi vengono tenuti male? XD

e al loro posto non ne finiscono altri? tenuti sempre peggio, magari mescolando le cucciolate che si ammazzano?

non è dunque consigliabile tentare di spezzare questa catena e non comprarne PIU' al negozio. anzi, nemmeno entrarci? anzi, non dargli più nemmeno i soldi di lettiera etc etc rivolgendosi a negozi che trattano SOLO articoli per animali, e non animali.

nessuno ha il cuore di pietra, io pure ne ho comprati, ma semplicemente non ci passo più. e non è un non vedo, quindi non lo so. lo so benissimo che sono lì e che al posto di quelli che ho comprato ce ne sono finiti altrettanti. ora è diverso: soccorro i bisognosi e gli trovo famiglie. ma se le famiglie valide se li comprano... siamo punto e a capo. :)

e così la penso per ogni animale. il commercio di animali non dovrebbe esistere. punto. tento di spezzare la catena. il discorso che si fa qua invece è l'opposto ed è per me pazzesco.

dato che sono tenuti male...compriamoli, e così ad infinitum, tanto verranno tenuti sempre male...quindi avranno sempre bisogno. questo è non voler cambiare niente ma sostentare quel metodo, è un invito ai negozianti a tenerli sempre male, tanto li si compra.

aggiungo: invece che comprarli, fatevi sentire! protestate per come sono trattati! pretendete se ci sono teche vuote che vengano separati. fate sentire le vostre voci, non il portafogli. :(

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Le associazioni aiutano centinaia di criceti che prima stavano malissimo, se nessuno adottasse più loro non protrebbero essere salvati. Adottereste di più se i cricetini invece di venir tenuti bene dalle associazioni venissero trattati come prima di venire soccorsi? :D

Ovviamente non stavo incitando le associazioni a trattarli male per farli adottare di più. :D

Se adotti da un' associazione salvi DUE criceti (quello che ti porti a casa, che è stato tolto dalle condizioni disagevoli, e quello che verrà aiutato dopo di lui), se compri invece ne salvi uno ma condanno quello che verrà dopo di lui e quello che non verrà salvato dall' associazione.

Oppure la si potrebbe vedere dalla prospettiva opposta: se scegli di non compare, condanni il criceto (e se inciti a non comprare, ne condanni tanti); se scegli di non adottare, non condanni il criceto, che sta bene comunque.

Con questo non voglio dire "comprate e non adottate". Quello che dico è che secondo me non è giusto sconsigliare categoricamente l'acquisto, soprattutto qui, dove si suppone si iscrivano persone che al benessere dei cricetini tengono più della media degli acquirenti dei negozi.

Le associazioni vanno sostenute, se nessuno adottasse più sarebbe sicuramente un problema. Ma lo sarebbe anche se nessuna persona responsabile comprasse più, sarebbe una condanna per una miriade di cricetini, e la cosa non finirebbe mai, perché i negozianti comunque continuerebbero a venderli e a prenderne altri.

non è dunque consigliabile tentare di spezzare questa catena e non comprarne PIU' al negozio. anzi, nemmeno entrarci? anzi, non dargli più nemmeno i soldi di lettiera etc etc rivolgendosi a negozi che trattano SOLO articoli per animali, e non animali.

Ripeto, io non sto assolutamente dicendo che bisognerebbe smettere di adottare e prenderli solo nei negozi. Non fraintendermi, io in linea di principio sono d'accordo con te. Ma penso sia poco realista non guardare in faccia la realtà, e la realtà è che questo commercio sta bene anche senza di noi. La realtà è che non lo spezzeremmo, ci limiteremmo a dissociarci, che può anche essere una cosa condivisibile teoricamente, ma alla fine dei conti resta il fatto che ne fanno le spese delle bestioline che avrebbero potuto avere una vita felice e non l'avranno, semplicemente perché hanno avuto la sfortuna di trovarsi in un negozio anziché in un'associazione. Potrei persino arrivare a dire che questi "sacrifici" sarebbero accettabili se portassero a un risultato, ma la realtà è che non è così.

Io sono la prima a sostenere la linea di pensiero che "bisogna agire dov'è il problema e non adeguarsi a esso", e questo lo sostengo in tutte le cose, ma non riesco a oltrepassare quel limite che mi si viene a porre quando a farne le spese sono delle piccole vite innocenti.

Edited by Amaranth

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Io ho adottato i miei caviotti da 2 persone diverse (distanti più di 100 km), che li trattavano entrambi malissimo e non avevano la più pallida idea di quali fossero i bisogni di una cavia. Oliver ne sta ancora pagando le conseguenze a 4 anni e mezzo ed Elvis è stato in cura quasi 2 mesi perchè, quando l'ho preso aveva una bella micosi...

Tutto questo per dirti che, comprare o adottare un piccolo cucciolo che non si trova in condizioni di vita degne di essere definite tali, è un atto d'amore, a prescindere che si debba pagare un corrispettivo in denaro con rilascio di scontrino, o si debba fare una donazione! E' altresì vero, che la vendita nei negozi di un essere vivente non è assolutamente una cosa bella, ma se la motivazione è garantigli amore ed una vita dignitosa, io non mi esimerei dall'acquistare un cucciolo ...

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Io ho adottato i miei caviotti da 2 persone diverse (distanti più di 100 km), che li trattavano entrambi malissimo e non avevano la più pallida idea di quali fossero i bisogni di una cavia. Oliver ne sta ancora pagando le conseguenze a 4 anni e mezzo ed Elvis è stato in cura quasi 2 mesi perchè, quando l'ho preso aveva una bella micosi...

Tutto questo per dirti che, comprare o adottare un piccolo cucciolo che non si trova in condizioni di vita degne di essere definite tali, è un atto d'amore, a prescindere che si debba pagare un corrispettivo in denaro con rilascio di scontrino, o si debba fare una donazione! E' altresì vero, che la vendita nei negozi di un essere vivente non è assolutamente una cosa bella, ma se la motivazione è garantigli amore ed una vita dignitosa, io non mi esimerei dall'acquistare un cucciolo ...

sono pienamente d'accordo con te adottato o comprato l'importante è portarlo a casa curarlo e amarlo

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
sono pienamente d'accordo con te adottato o comprato l'importante è portarlo a casa curarlo e amarlo

Quoto :) in fondo se lo compri o lo adotti è la stessa cosa, sempre dai cure e affetto a un cricetino ... anche se

poi ci sono tutte le piccole differenze che mettono in discussione l'uno o l'altro sistema ^_^

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Chi ha mai detto che siamo contro alle associazioni? No perché vorrei vederlo il messaggio.

Secondo me sia adottare che acquistare sono bei gesti, sempre che i piccoli cadano nelle mani giuste.

Nei negozi sono tenuti malissimo e se sei una persona con la coscienza a posto e decidi di prendere un criceto (o coniglio, o cavia...) sicuramente gli fai un bel regalo. Per le associazioni è la stessa cosa, però secondo me adottando un animale aiuti anche le meravigliose persone che si sono prese la responsabilità di accudire i piccoli in cerca di casa.

Però non mi sembra il caso di far sentire un peccatore chi ha preso il criceto dal negozio... :lol:

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Io ho adottato i miei caviotti da 2 persone diverse (distanti più di 100 km), che li trattavano entrambi malissimo e non avevano la più pallida idea di quali fossero i bisogni di una cavia. Oliver ne sta ancora pagando le conseguenze a 4 anni e mezzo ed Elvis è stato in cura quasi 2 mesi perchè, quando l'ho preso aveva una bella micosi...

Tutto questo per dirti che, comprare o adottare un piccolo cucciolo che non si trova in condizioni di vita degne di essere definite tali, è un atto d'amore, a prescindere che si debba pagare un corrispettivo in denaro con rilascio di scontrino, o si debba fare una donazione! E' altresì vero, che la vendita nei negozi di un essere vivente non è assolutamente una cosa bella, ma se la motivazione è garantigli amore ed una vita dignitosa, io non mi esimerei dall'acquistare un cucciolo ...

Esattamente quello che intendevo dire. :)

Io ho preso Sammy in un negozio e non mi sento "quella che ha sostenuto il commercio di animali", ma "quella che ha regalato una vita dignitosa a un cricetino che non l'aveva e che molto probabilmente non l'avrebbe avuta mai". Questo non toglie che magari il giorno in cui vorrò prendere un altro criceto, potrei farlo tramite adozione. Sono entrambi modi di compiere un gesto d'amore.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Mah io non sono d' accordo :D quando compri un animale al negozio (cani e gatti non si dovrebbero MAI comprare nei pet shop, mai.) come per esempio un criceto come fai a scegliere quale salvare? Ok, ne prendi uno e lasci lì tutti gli altri.

Se nelle associazioni li lasciassero nelle condizioni nelle quali li hanno trovati ci sarebbe la fila... (straw prova! :D) e in ogni caso come ho detto adottando salvi altri criceti, comprando ne condanni altri quindi non capisco tutta questa propaganda per i negozi. Salvi un criceto, uno a caso, lasciando lì i fratelli perché naturalmente non ti puoi portare a casa 20 criceti, paghi i soldi dovuti al negoziante che così sarà invogliato a tenerli male per poter lucrare sul buon cuore delle persone e intanto ci sono criceti che fan la muffa nelle associazioni (che per inciso stavano altrettanto male) e altri che finiscono nei boschi perché c' erano le volontarie che quasi non entravano in casa da tamlente tante gabbie avevano.

Mi pare quasi che voi stiate sconsigliando l' adozione, e mi pare un messaggio totalmente sbagliato.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Mi pare quasi che voi stiate sconsigliando l' adozione, e mi pare un messaggio totalmente sbagliato.

Per conto mio non ho affatto sconsigliato l'adozione, anzi :) io appoggio entrambe le cose, tutto qui :D perchè tutte e due

mi sembrano giuste ... poi ovvio che l'acquisto nel negozio avrà anche i suoi lati negativi, non c'è dubbio ...

Poi non è che se non compri al negozio succede chissà che. Magari sei tu che fai questo ragionamento in tutta una città (un esempio stupido)

ma ci saranno sempre e comunque tutti gli altri ... e metti che il negoziante ha un calo di vendita perchè tutti la pensano come te ... di sicuro non

andrà a pensare di migliorare le condizioni dei cricetini o altro. Non gli interessa un bel niente. Magari tutti facessero il tuo ragionamento: allora sì che i

negozi che tengono male i crici sarebbero costretti a chiudere o a rendersi conto del loro errore :D

Detto questo, sono d'accordo sul tuo punto di vista ... è vero ciò che dici, ma è pur sempre vero che non si possono lasciare tanti cricetini nei negozi

in quelle condizioni ... io non ci riuscirei ...

Edited by umbri99

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Ma quando mai abbiamo sconsigliato l'adozione, anzi...!!

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

In effetti nessuno ha sconsigliato l'adozione, anzi... Io stessa ho ammesso di aver adottato 2 caviotti, solo perchè non è stata l'aae a consegnarmeli non significa che la mia dozione sia meno significativa...

:D Converrete con me, che tutti gli utenti che sono su questo forum, hanno a cuore questi piccoli esserini e se qualcuno ha optato per l'acquisto in un pet shop piuttosto che per l'adozione, sono sicura che abbia agito con le migliore delle intenzioni ;)

Con questo ribadisco che l'acquisto di un essere vivente non è sicuramente una bella cosa, ma sotto certe condizioni può essere una scelta...

Edited by Silvì81

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Acquistandoli li salviamo anche da quello che purtroppo è destino certo: diventare pasto per serpenti.

se scegli di non compare, condanni il criceto (e se inciti a non comprare, ne condanni tanti); se scegli di non adottare, non condanni il criceto, che sta bene comunque.

mi chiedo se sia giusto scoraggiare gli utenti da un'azione che, a mio avviso, agli animaletti porta benefici maggiori rispetto all'adozione.

Prendiamo un cricetino che per ora è affidato a un'associazione. Io di lui so che al momento è tenuto da una persona competente e amorevole, persona che nella peggiore delle ipotesi (quella di non trovare un adottante), non permetterà comunque che la sua vita venga vissuta senza cure, affetto e agio.

le associazioni tengono bene i cricetini e poi se ne prendi uno da un negozio lo salvi dalle pessime condizioni in cui è tenuto

(nella maggior parte dei casi) o dal pasto ai serpenti. E' anche vero che chiunque non vorrebbe dare dei soldi a un negoziante

incompetente (ci mancherebbe altro!) ma allora tutti i poveri criceti tenuti male nei negozi sarebbero costretti a restarci a vita, e allora

meglio tirarli fuori di lì piuttosto che lasciarveli ...

in fondo se lo compri o lo adotti è la stessa cosa

Cioé se questa non è propaganda per l' acquisto... ditelo: i negozianti vi danno la commissione :D

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

L'ho detto due volte che non sto sconsigliando l'adozione, tre con questa. :D

come ho detto adottando salvi altri criceti, comprando ne condanni altri quindi non capisco tutta questa propaganda per i negozi. Salvi un criceto, uno a caso, lasciando lì i fratelli perché naturalmente non ti puoi portare a casa 20 criceti, paghi i soldi dovuti al negoziante che così sarà invogliato a tenerli male per poter lucrare sul buon cuore delle persone e intanto ci sono criceti che fan la muffa nelle associazioni (che per inciso stavano altrettanto male) e altri che finiscono nei boschi perché c' erano le volontarie che quasi non entravano in casa da tamlente tante gabbie avevano.

Non comprando condanni quello che non hai comprato e anche tutti gli altri che stanno con lui e che verranno dopo di lui. Non lo so, forse per te condannarne 19 e condannarne 20 è la stessa cosa. Per me no, proprio non riesco a vederla così. È una vita salvata.

Se fosse attuabile la prospettiva di far cessare il commercio di animali, potrei dire che sacrificarne alcuni oggi significherebbe impedire che ne soffrano miliardi in futuro e che allora potrebbe valerne la pena (magari non dalla prospettiva dei cricetini destinati a questo sacrificio, ma va beh :rolleyes:). La cosa però non è attuabile, e questa non è arrendevolezza o pessimismo, e semplicemente la realtà. Perciò quei sacrifici non servono a nulla, e allora io non mi sento di dire che siano giusti. Il negoziante non ha bisogno dei miei soldi, non ha bisogno che sia io a invogliarlo a continuare, lo farà comunque. Siamo troppo pochi, e mentre combattiamo una battaglia che non possiamo vincere, i cricetini soffrono e muoiono avendo vissuto esistenze orrende.

I criceti che sono sotto la tutela delle associazioni stavano male, quelli nei negozi stanno male. E' ovvio che le adozioni qui le sosteniamo tutti, anche perché se io posso sentire di non aver tolto nulla a un criceto di un'associazione scegliendo di prenderne uno al negozio è perché so che al posto mio avrà un'altra persona comunque affidabile a prendersi cura di lui. Nel negozio dove ho preso Sammy, lo tenevano in una gabbietta in cui i cricetini non avevano NIENTE, solo la lettiera. Niente ruota, niente semini, niente casetta, nemmeno qualcosa con cui potersi riparare dal freddo. Dormivano tutti accoccolati uno sull'altro per potersi scaldare, appena mi sono avvicinata sono praticamente corsi verso di me, era come se gridassero "salvami". Allora, sinceramente, io penso di aver fatto un'azione giusta nel prenderne uno, perché in quel momento lui aveva bisogno di me più di quanto ne potesse avere un cricetino tenuto con amore da una volontaria delle associazioni, che ha comunque la garanzia di non venir dato in mano a gente inaffidabile. Avrei voluto salvarli tutti? Certo che sì. Salvarne uno solo e non salvarne nessuno è uguale? No, per me non lo è.

Poi magari la prossima volta sarò io a dare invece un aiuto alle associazioni prendendo un cricetino in adozione. Non si tratta di fare propaganda ai negozi, io non sto assolutamente dicendo di comprare sempre, sto dicendo che non trovo giusto decidere (e propagandare) di non comprare mai.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Bah, io non vedo differenza alcuna...penso sia la stessa medesima cosa...però se devo scegliere tra le due cose preferisco la seconda ipotesi...per prima cosa perchè mi devasto le maracas a dover firmare inutili moduli di adozione responsabile...per seconda cosa perchè non vedo perchè un onesto commerciante dovrebbe perdere il lavoro per queste ideologie animaliste estreme...

Chiaramente SOLO da commercianti come si deve, che sanno come trattare bene i propri animali...

Poi ovviamente dipende dal momento, dalla circostanza...a me per i gatti è sempre capitato me li regalassero o di trovarli in giro...mentre per i criceti sempre acquistati...

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Ma ovviamente noi stiamo parlando di commercianti NON onesti, è ovvio. Per quelli affidabili (e ce ne sono pochi ...) è tutt'altra cosa.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Vabbé ma qui si sta parlando di criceti tenuti in condizioni pietose, se uno vive in un posto dove non ci sono adozioni ho sempre consigliato l' acquisto in negozi dove vengono tenuti bene, mai in negozi dove stanno in venti in una gabbia di 30x20 senza cibo e acqua... lì ci vorrebbe una denuncia o almeno fare un commento al negoziante, altro che acquisto...

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Vabbé ma qui si sta parlando di criceti tenuti in condizioni pietose, se uno vive in un posto dove non ci sono adozioni ho sempre consigliato l' acquisto in negozi dove vengono tenuti bene, mai in negozi dove stanno in venti in una gabbia di 30x20 senza cibo e acqua... lì ci vorrebbe una denuncia o almeno fare un commento al negoziante, altro che acquisto...

Comunque bisogna anche valutare queste "condizioni pietose" e da chi proviene questo punto di vista...io ho visitato parecchi negozi di animali, in diverse città d'Italia (Verona, Milano, Salerno, Roma, ...) perchè mi piace e non ho mai visto cose simili...è ovvio che non possono tenere un animale per gabbia...ma mi pare anche ovvio, no?...a parte che secondo me alcuni qui sostenevano che non bisogna lucrare sugli animali e secondo me è una cavolata...

Edited by darkadea

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Nella realtà dei fatti, secondo me, non esiste una scelta "migliore" tra adozione e acquisto finché le condizioni attuali restano immutate. Quello che è davvero importante è solo garantire una vita dignitosa al proprio pet, e chi se ne frega della sua provenienza. Il resto è assolutamente soggettivo e dipende dalla sensibilità del singolo.

L'espressione "non si può dare un prezzo alla vita" è tanto poetica ma nel pratico è campata in aria.

Personalmente, appena potrò prendere nuovamente criceti, ho già deciso che contatterò associazioni o privati che li danno in adozione, e contemporaneamente ne cercherò altri in allevamenti seri.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Comunque bisogna anche valutare queste "condizioni pietose" e da chi proviene questo punto di vista...io ho visitato parecchi negozi di animali, in diverse città d'Italia (Verona, Milano, Salerno, Roma, ...) perchè mi piace e non ho mai visto cose simili...è ovvio che non possono tenere un animale per gabbia...ma mi pare anche ovvio, no?...a parte che secondo me alcuni qui sostenevano che non bisogna lucrare sugli animali e secondo me è una cavolata...

Io una volta ho visto sì dei criceti tenuti malissimo... conigli e cavie erano tenute se possibile ancora peggio (cioé erano in gabbie per animali da laboratorio, quindi poco più di un foglio A4) con i conigli schiaffati in vetrina con i led che boccheggiavano dal caldo ed i bambini che sbattevano sui vetri per farli muovere... però ho fatto denuncia al veterinario cantonale. È giusto non lucrare sulla pelle degli animali, infatti i vari allevamenti intensivi mi stanno sulle scatole, ma non ho nulla in contrario a chi che ne so ha determinate esigenze o non è molto esperto e si prende un cane di razza per andare sul sicuro. Sui criceti invece avrebbe senso prenderne uno sano da un allevamento, comprarlo invece boh, solo se non hai scelta, tanto per quanto riguarda la salute e la docilità ne trovi di ogni da tutte e due le parti. Con la differenza che adottando a mio parere dai una mano in più :)

PS uno in ogni gabbia no... ma almeno avere teche separate per maschi/femmine e per le specie diverse.... e almeno spostare i soggetti adulti che cominciano ad ammazzarsi sì dai! E per un negozio mettere un po' di lettiera, acqua fresca e un paio di ruote non mi pare uno sfrozo eccessivo!

Edited by Peanut

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Se leggessi bene quello che ho scritto, capiresti che quello che veramente penso è che sia con adozione che con acquisto si fa un regalo bellissimo alla bestiolina che ha solo bisogno di un po' d'amore.. non si può farne una strage, sembra che qui chi acquista diventi peccatore... non negate l'evidenza, dopotutto che venga da qui o che venga da là non ha importanza.

Edited by Cricetina13

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
PS uno in ogni gabbia no... ma almeno avere teche separate per maschi/femmine e per le specie diverse.... e almeno spostare i soggetti adulti che cominciano ad ammazzarsi sì dai! E per un negozio mettere un po' di lettiera, acqua fresca e un paio di ruote non mi pare uno sfrozo eccessivo!

Non lo è assolutamente, e di situazioni più o meno decenti fortunatamente ne ho viste. Uno dei negozi vicino a casa mia tiene i criceti in gabbie che non arrivano a 60x40 ma sono di poco più piccole. Hanno la ruota, hanno le casette, cibo, hanno anche rotolini di cartone per giocare. E il negozio è fornito, hanno cibo e fieno di tante marche compresa la Bunny (e la consigliano perché sanno che è migliore di altre), tanti accessori. Mi rendo perfettamente conto che dare soldi a un negoziante di questo genere è più giusto che darli a un negoziante sconsiderato, e infatti io compro tutto lì, ma il criceto non l'ho preso lì, per l'identico discorso di prima: un cricetino tenuto in una gabbietta piccola e senza niente aveva bisogno di me più di quelli tenuti in questo negozio, che comunque non vivono in condizioni ottimali ma vivono meglio di quelli nell'altro negozio. Posto che comunque al negoziante bravo faccio guadagnare di più perché mi rifornisco da lui regolarmente per anni, mentre l'altro ha avuto solo i pochi euro per il criceto, può anche darsi che pure dargli solo quei pochi euro sia sbagliato, non lo so; quel che so è che mi sarei sentita in colpa a non togliere nessun cricetino da quella gabbietta piccola e spoglia.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
per queste ideologie animaliste estreme...

Chiaramente SOLO da commercianti come si deve, che sanno come trattare bene i propri animali...

ti contraddici, definisci ideologia animalista estrema essere a favore dell'adozione, tentando di "spezzare" la catena della vendita di animali mal tenuti.

poi dici, però li compro solo da chi li tiene bene( e lì ci comprerei anche io, onestamente, se trovassi negozi similari, a Milano ne conosco solo uno e i criceti costano sui 20 euro cad. e il motivo c'è).

dunque mi spieghi meglio il concetto?

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Magari sei tu che fai questo ragionamento in tutta una città (un esempio stupido)

ma ci saranno sempre e comunque tutti gli altri ... e metti che il negoziante ha un calo di vendita perchè tutti la pensano come te ... di sicuro non

andrà a pensare di migliorare le condizioni dei cricetini o altro. Non gli interessa un bel niente. Magari tutti facessero il tuo ragionamento: allora sì che i

negozi che tengono male i crici sarebbero costretti a chiudere o a rendersi conto del loro errore :D

siamo gocce nel mare, ma se tutti seguissero questo ragionamento, mai nessuno farebbe nulla, tanto è inutile.

pensa invece se in 10, o 100 dicessero...non compro più. i criceti resterebbero lì invenduti, questo spingerebbe a prenderne di meno(tanto non li vendono)...etc etc. a piccoli passi si arriva ovunque. ma bisogna iniziare a muoversi. se nessuno lo fa, non cambieremo mai nulla.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
siamo gocce nel mare, ma se tutti seguissero questo ragionamento, mai nessuno farebbe nulla, tanto è inutile.

pensa invece se in 10, o 100 dicessero...non compro più. i criceti resterebbero lì invenduti, questo spingerebbe a prenderne di meno(tanto non li vendono)...etc etc. a piccoli passi si arriva ovunque. ma bisogna iniziare a muoversi. se nessuno lo fa, non cambieremo mai nulla.

Strawberry, questo discorso purtroppo è fuori dalla realtà. Sai come potremmo davvero cambiare qualcosa? Mettendo una persona fuori da ogni singolo negozio di animali d'Italia, che fermi la gente che sta per acquistare un criceto e le dica "non lo compri, gliene regalo uno io". Aggiungici che dovremmo anche evitare di essere arrestati. :D

Mentre se semplicemente evitiamo di comprare, non è che non fermiamo il mercato, non lo sfioriamo proprio. Non cambierà nulla comunque. Cioè, quello che dici è bello e impossibile, non ha senso rifiutare di rendersene conto. La questione di principio è valida, ma resta il fatto che ne fanno le spese dei piccolini la cui sola colpa è essere stati sfortunati. E sarà sempre così.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Oppure, invece di una persona fuori da ogni negozio si può fare un passaparola, parlare delle adozioni ai tuoi parenti/famigliari, consigliarla a chi vuole un criceto, condividere appelli su facebook, appendere volantini presso veterinari, biblioteche, centri commerciali ecc.

Io NON compro E faccio in modo che anche gli altri NON comprino :) e che è il mondo è pieno di persone sensibili e di buon cuore, e se sapessero della possibilità di adozione si precipiterebbero :) e in caso non funzioni almeno ci abbiamo provato. O no? Se no tanto vale che ci siano le associazioni se poi non servono a niente.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Ma certo che le associazioni servono, ci mancherebbe altro, sono importantissime! :)

Dire che "non comprare non serve" non significa mica dire "le associazioni non servono". Mi pare che l'abbiamo detto tutti che sostentiamo le associazioni e le adozioni.

Ma l'idea che prendere una posizione a livello personale contro il commercio sia pragmaticamente utile, beh, secondo me non è realistica. Ti farà magari sentire meglio con te stessa il sapere di non essere parte dell'ingranaggio, e posso capirlo; io però mi sento meglio con me stessa sapendo che posso essere parte di una vita migliore per tanti piccolini, sia adottandoli che comprandoli.

e in caso non funzioni almeno ci abbiamo provato. O no?

No.

Ecco, è questo il discorso che proprio non condivido. È come dire "tanto non ci perdiamo niente a provarci". E invece sì, ci perdiamo delle vite. Tantissime. :(

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

detto ciò quale sarebbe la tua idea per tentare di cambiare le cose?

dato che così non vanno bene, e lo abbiamo detto allo sfinimento: nei negozi li tengono MALE. se li compri ce ne finiranno altri se non di più in condizioni sembre cattive.

come la cambiamo questa cosa?

sentiamo le idee. :)

aggiungo: nel frattempo perdi comunque molte vite degne di essere salvate poichè seguendo l'idea di comprare per salvare quelli, allo stesso tempo nessuno adotterebbe e molti bisognosi, comunque andrebbero persi. dunque...cos'è meglio? perchè il criceto del negozio ha maggiori diritti di quello nato epr errore(errore del negoziante, che ha dato via la criceta incinta o ne ha venduti per disinformazione una coppia). quelli li lasciamo al loro destino?

continuo a pensare che, da goccia nel mare tento di fare qualcosa. altrimenti mai niente cambierà, mai.

e non credo sia necessario mettere una persona fuori dal negozio.

l'arma più forte è INFORMARE. far conoscere come si tiene un animale, diffondere la CULTURA.

non comprare un poveretto lasciandone là altri 10. e non perchè non è degno di essere preso, ma perchè così nessuno cambierà mai nulla.

Edited by strawberry2103

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Io la penso principalmente come Amaranth.

Come ho detto all'inizio, non ho dubbi su adottare cani e gatti (sempre adottati) e cavalli, il dubbio mi viene sui criceti quando passo davanti una teca e ne vedo uno che si mangia il fratellino... e per quanto sia a favore delle adozioni non riesco a fare tutti quei bei ragionamenti e lasciarlo lì.

L'altro giorno è aperto un nuovo negozio di animali, sono passata a vedere i crici, ce n'erano solo due in una teca, avevano addirittura la ruota e uno ci dormiva sopra a pancia in su... erano tranquillissimi e avevano tutto. Quelli non li comprerei, perchè stanno bene anche lì. Ma dall'altra parte li tengono in 20 tutti assieme e spesso finiscono per mangiarsi...

Adesso, per essere in pace con la coscienza, ne ho uno adottato e uno comprato. ;)

C'è anche da dire un'altra cosa sulle adozioni, che purtroppo è vera: le persone preferiscono andare 5 minuti al negozio e scegliere il loro animale, che perdere ore e ore di tempo a dover dimostrare a degli sconosciuti cosa sono in grado di fare e non fare. Non dico che sia giusto, ma è il motivo per il quale molte persone sono contrarie alle adozioni.

Io quando ho adottato e fatto adottare sono sempre stata fortunata, anche senza moduli, però il mio è un piccolo paese dove ci si conosce tutti, quindi è ovvio che sia più facile. :)

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
non riesco a fare tutti quei bei ragionamenti e lasciarlo lì.

questo è un discorso di sensibilità. come detto nei negozi non ci entro più, o è umano voler soccorrere una animaletto messo male. è la natura d chi ha un cuore.

C'è anche da dire un'altra cosa sulle adozioni, che purtroppo è vera: le persone preferiscono andare 5 minuti al negozio e scegliere il loro animale, che perdere ore e ore di tempo a dover dimostrare a degli sconosciuti cosa sono in grado di fare e non fare. Non dico che sia giusto, ma è il motivo per il quale molte persone sono contrarie alle adozioni.

qui si torna su un discorso noto. non c'è nulla da dimostrare a nessuno, o almeno così penso io. semplicemente che si darà vita dignitosa all'animaletto. e non credo ci sia bisogno di grosse dimostrazioni. :)

nessuno però mi ha accennato alla sua idea di come cambiare le cose. comprando? O___O

vi rendete conto che state dicendo(non tutti):

non li prendo dove stanno bene...tanto stanno bene. ma li compro dove stanno male.

stiamo quindi FAVORENDO i posti dove li tengono male. è pazzesco! O___O

Edited by strawberry2103

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
No.

Ecco, è questo il discorso che proprio non condivido. È come dire "tanto non ci perdiamo niente a provarci". E invece sì, ci perdiamo delle vite. Tantissime.

Certo, salvi UN criceto su un milione. Una goccia nel mare, proprio come quelli che decidono di non comprare. Alimenti il commercio, fai il loro gioco, paghi chi li tiene così, con i tuoi soldi aiuti il negoziante a comprare la prossima partita di criceti. Ripeto, DENUNCIATE, invece di comprare, fatevi sentire!

E inoltre in una teca piena di criceti malandati come fai ad avere il cuore di prenderne uno e lasciare gli altri lì a morire? Ne scegli uno, che non ha niente in più degli altri, e vai a pagare quello che li tiene così? Oppure adotti, sapendo che nessun commerciante prenderà un centesimo, fai propaganda per le adozioni, magari ti metti in gioco e fai qualche staffetta? Non so, allora evitiamo di lottare per qualsiasi cosa, perché tanto non serve a niente. Dato che le cose vanno cambiate a me pare l' unico modo per farlo.

Non è che sono contro il commercio di animali, se un negoziante li tiene bene e non ci sono adozioni nella zona non c' è niente di male a prenderseli lì, ma foraggiare chi li tiene male...

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
questo è un discorso di sensibilità. come detto nei negozi non ci entro più, o è umano voler soccorrere una animaletto messo male. è la natura d chi ha un cuore.

qui si torna su un discorso noto. non c'è nulla da dimostrare a nessuno, o almeno così penso io. semplicemente che si darà vita dignitosa all'animaletto. e non credo ci sia bisogno di grosse dimostrazioni. :)

nessuno però mi ha accennato alla sua idea di come cambiare le cose. comprando? O___O

E' come il discorso sull'essere vegetariani o meno.

Io penso che non abbia senso dire "lo faccio per cambiare le cose", perchè purtroppo quando siamo noi piccoli a volerle cambiare, non si cambia niente in realtà.

Penso che si debbano più fare perchè crediamo che sia giusto, che sia un'idea in cui vale la pena credere, anche se magari non dovesse servire a cambiare in grande, anche se servisse solo a stare bene noi con noi stessi, anche se quello che facciamo aiuterà (nello specifico) un solo criceto o aprirà gli occhi ad una sola persona.

Detto questo, secondo me è giusto aiutare le associazioni perchè fanno un lavoro bellissimo e perchè salvano degli animaletti da condizioni atroci (prima di stare bene spesso stanno male, non dimentichiamocelo!) e allo stesso modo è giusto vedere un criceto in una teca e soffrire troppo nel lasciarlo lì, non c'è una cosa più giusta e più sbagliata secondo me, premettendo quello che ho detto che nessuna delle due cambierà purtroppo il modo di trattare gli animali nel globale.

Riguardo ai moduli, anche secondo me non ha senso fare storie, però quando ho fatto adottare i micini, la gente era terrorizzata dal dover firmare "roba strana", io non li faccio firmare perchè 1) non sono un'associazione e sinceramente se quando succede che le mie gatte facciano danno trovo qualcuno che si prende cura dei cuccioli (purtroppo i miei non vogliono farle sterilizzare, non è colpa mia... in futuro cercherò di trovarle già sterilizzate) mi fanno un piacere 2) come ho detto è un paese piccolo e basta informarsi prima su come trattano gli animali e se li hanno già avuti, che fine hanno fatto, come e dove vivono... se non è cosa, uno inventa una scusa e non glieli da e finisce lì.

Quando hanno dato a me cani e gatti, io ho fatto avere le foto e le notizie agli ex proprietari, anche senza aver firmato nulla, solo perchè ci tengo a fargli sapere come stanno adesso. Penso che dovrebbero farlo tutti, moduli e non. :)

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o entra per commentare

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Registrati alla nostra comunità , è facile!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×