Jump to content
Sign in to follow this  
ISE

Chiarezza Sui Legni Tossici

Recommended Posts

Tossicità Dei Legni

Al momento al riguardo c'è un pò di confusione e pensavo fosse cosa buona e giusta fare un pò di chiarezza sull'argomento.

Innanzitutto cerchiamo di chiarire perchè un determinato tipo di legno è tossico:

I legni di conifere sono tossici perchè a contatto con la pipì vengono sprigionati degli oli essenziali che sono tossici per il fegato del criceto.

I legni di conifera più comuni che potreste trovare in commercio sono:

- il Pino

- il Cedro

- l'Abete

Questi sono legni resinosi e quindi tossici per i criceti, è importante non adoperarli per il fai da te..

Ma per quanto riguarda le lettiere, con la lavorazione per crearle, le resine e i fenoli vengono eliminati, quindi il problema non c'è più.

Non si sa se però l'ingestione possa dare problemi o meno.

Un esempio di lettiera è l'ALLSPAN che le produce con il legno di abete rosso:

"Le fibre di legno ALLSPAN sono la lettiera ideale formate da fibre naturali al 100% ricavate dal legno di colore chiaro dell'abete rosso scandinavo senza l'impiego di trattamenti e senza additivi chimici."

In definitiva la presenza di questi legni può provocare seri danni ai criceti quindi se ne sconsiglia vivamente l'utilizzo.

________________________________________________________________________________

___________________________________________

Foxxy, cedro e biancheria da letto di pino sono un male per criceti perché questi trucioli sono fatti da legni dolci che contengono un olio chiamato "fenoli". questi fenoli sono irritanti per l'apparato respiratorio dei criceti, e l'uso di questi assestamenti prololnged per criceti accumularsi tossine nel fegato di un criceto e reni. il fegato ei reni sono due organi principali che governano la salute di un criceto, e quando questi organi non funzionano correttamente più a causa del sovraccarico di tossine, un criceto non può combattere le malattie opportunistiche come i tumori, per esempio.

alcuni criceti sono estremamente allergici al cedro e pino, così vedrete una reazione quasi immediata con perdita di pelo come fairysaint descrive, accompagnati da prurito. altri criceti comincerà a sperimentare ripetuti problemi respiratori, come raffreddore e problemi respiratori, che sono sorprendentemente fatale per molti criceti.

ma alcuni criceti non potrebbe mostrare i segni più immediati ... possono avere sistemi più forti respiratorio e quindi alcuni ppl dire, "il mio criceto non ha alcun problema con questi assestamenti!" ma è possibile confrontarlo con ppl che fumano sigarette. il danno nei polmoni si accumula nel tempo, non dall'oggi al domani. stesso con criceti.

un altro effetto collaterale di criceti che vivono in un letto di pino o di cedro è come i passaggi delle vie respiratorie irritate renderà difficile per il vostro criceto a sopravvivere anestesia, s dovrebbe / ha mai bisogno surgury! Quello che succede è che i criceti vengono somministrati un'anestesia gas chiamato isofluorano. se il vostro criceto ha vissuto in cedro o abete, 1) le vie respiratorie sono danneggiati e la anestesia gas "fuga" nel flusso sanguigno nel modo sbagliato, e 2) l'accumulo di tossine nel fegato del criceto farà sì che il criceto di svegliarsi dall'anestesia troppo presto ... che non sarà un bene per il criceto. il veterinario può cercare di compensare con più anestesia, ma questo di solito è fatale per la piccola anestesia in quanto pone l'accento su di loro, come per cominciare.

Fonte: http://www.afrma.org/rminfo2a.htm

________________________________________________________________________________

___________________________________________

Naturalmente se qualcuno di voi ha altre informazioni oppure non è d'accordo su quanto scritto è pregato di comunicarlo in questo topic. ;)

Edited by ISE

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

và.. ho scoperto che questui bei terrari [sono in vendità online] son fatti in legno di pino :blink:

158844_familypet_nogales_1.jpg

I pannelli frontali sono costituiti da pannelli in resistente plexiglas, che vi consente di osservare il vostro piccolo mentre svolge le sue attività quotidiane.

Una parte del pannello ha una griglia d'aerazione.

Il pratico coperchio in griglia è amovibile, per poter dar da mangiare al vostro piccolo o pulire la gabbia senza difficoltà.

Nogales è realizzata in legno di pino. Sia la dimora che gli accessori sono stati laccati con una sostanza assolutamente atossica.

152163_familypet_yuma_1.jpg

La facciata frontale dispone poi di pannelli in resistente plexiglas, che vi consentono di osservare il vostro piccolo mentre svolge le sue attività quotidiane.

Il pratico coperchio in griglia è asportabile, per poter dar da mangiare al vostro piccolo o pulire la gabbia senza difficoltà.

Yuma è realizzata in legno di pino. Sia la dimora che gli accessori sono stati laccati con una sostanza assolutamente atossica.

158847_familypet_phoenix_1.jpg

In questa bella villetta il vostro piccolo roditore si sentirà come nel paese della cuccagna!

Interamente realizzata in legno di pino, è stata laccata con una sostanza assolutamente atossica.

Dispone poi di pannello in resistente Plexiglas, che vi consente di osservare il vostro piccolo mentre svolge le sue attività quotidiane. ...

Edited by ISE

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Clacly839

beh ma secondo me un conto sono le lettiere che sono polverose e quindi possono essere inalate un altro conto è il legno "intero" come in questo caso , per di più credo anche trattato , che francamente non vedo come possa "intossicare" il criceto..

quei terrari comunque sono davvero bellissimi *_* un sogno !!

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
che francamente non vedo come possa "intossicare" il criceto..

sto cercando di più sull'argomento, ma è un'impresa.. ma a prescindere anche se in minima parte anche questi capolavori son soggetti ad usura..

è solo un dubbio, sinceramente non mi sentirei di sconsigliare l'acquisto di questi terrari...

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
sto cercando di più sull'argomento, ma è un'impresa.. ma a prescindere anche se in minima parte anche questi capolavori son soggetti ad usura..

è solo un dubbio, sinceramente non mi sentirei di sconsigliare l'acquisto di questi terrari...

Mi permetto di riaprire questa discussione per fare un pò di chiarezza sull'argomento... :rolleyes:

Ho letto molti articoli al riguardo e sono giunto alla conclusione che il legno di cedro sia dannoso per i nostri animaletti in qualsiasi forma; al contrario, il legno di pino, se sottoposto a trattamento termico, perde di pericolosità.

A meno che io non abbia letto baggianate, vi è chi ha usato la lettiera di truciolato di pino per 15 anni senza aver mai neanche un problema con i propri crici. Rarissimi casi, possono verificarsi in crici allergici al pino (ma questo è un'altro discorso, è come dire che io sono allergico al glutine e che quindi nessun uomo deve mangiare la pasta... -_- ).

Per rendervi le idee piu' chiare vi metto la traduzione di un articolo di un medico veterinario esperto in allergie, la dottoressa Lianne MCLeod, che ha fatto tra l'altro un bellissimo sito dove affronta i potenziali problemi che possono avere i nostri animaletti:

qui trovate le sue referenze:

http://vetmedicine.about.com/bio/Lianne-McLeod-DVM-71950.htm

e qui la traduzione del suo articolo, spero di non infrangere nessuna legge nel riportarlo qui (altrimenti il moderatore mi censuri per favore) ma ritengo sia molto utile per capire il problema della tossicità dei legni per i crici:

ps. io non sono tanto bravo a tradurre, vi chiedo scusa, l'importante è che si capisca il senso:

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Wood Shavings

Problem with Cedar and Pine Shavings as Pet Bedding and Litter

From Lianne McLeod, DVM

Al giorno d’oggi il Cedro ed i trucioli di pino sono prodotti da lettiera comunemente usati dai nostri animali domestici. Tuttavia, si è discusso molto sulla sicurezza di questi materiali tra i proprietari di animali esotici e roditori. Sono questi legni davvero pericolosi per gli animali per i quali sono destinati?

Il Cedro e il pino sono divenuti popolari come lettiere per i nostri animali da compagnia perché sono efficaci nel controllare l'odore e perchè presentano alcune naturali proprietà insetticide (uccidono o respingono gli insetti, soprattutto il legno di cedro). Questi trucioli di legno hanno un odore dolce dovuto alla presenza di composti volatili che si sprigionano (es. idrocarburi aromatici, e fenoli).

Purtroppo questi composti sono stati implicati come un potenziale rischio per la salute, soprattutto per quanto riguarda problemi respiratori (quali asma, infiammazioni, reazioni allergiche) e alterazioni del fegato.

Molti degli studi sulla tossicità di cedro e pino sono stati effettivamente condotti su esseri umani che sono stati esposti per lungo tempo con questi legni o con i loro sottoprodotti (ad es. le persone che lavorano nelle fabbriche di legname, che respirano molta polvere di legno). Questi studi spesso confrontano l'incidenza della malattia nei lavoratori del settore dei prodotti del legno rispetto ad altri lavoratori, o rispetto alla popolazione media. Ovviamente, questo è un tipo di esposizione molto diverso da quello dei nostri piccoli animali domestici.

Studi di animali da laboratorio hanno dimostrato cambiamenti abbastanza drammatici degli enzimi epatici in animali ospitati su lettiera di cedro. Le variazioni degli enzimi del fegato si rivelano problematiche per gli animali di ricerca, ma l'impatto sugli animali domestici non è ancora stato realmente studiato.

Sulla base degli studi che coinvolgono composti di cedro in malattie allergiche e respiratorie, nonché l'impatto sugli enzimi epatici, sembra consigliabile un’atteggiamento prudente nei confronti di questi legni; in particolare si consiglia di evitare trucioli di legno di cedro come lettiera, soprattutto visto che nel mercato sono disponibili numerose alternative.

Tuttavia, per i trucioli di pino il problema non appare così chiaro. I trucioli di pino possono emettere composti volatili simili a quelli del cedro, ma i rischi non sono del tutto chiari. Si ritiene che il calore a cui sono sottoposti i trucioli di pino durante il trattamento per trasformarli in lettiera possa ridurre i livelli di idrocarburi aromatici che sono implicati come causa del problema. In tal senso, si ritiene che la lettiera di trucioli di pino (sottoposta ad essiccazione durante la lavorazione) sia sicura per i nostri animali domestici (la maggior parte dei prodotti per animali sono trattati termicamente).

Poiché mancano studi circostanziati, in particolare sull’effetto rispetto agli animali da compagnia esotici, si è restii a formulare divieti di utilizzo di tali truciolati . Detto questo, è stata mia scelta personale evitare truciolato di cedro, mentre il pino l’ho usato in passato. anche se di recente ho messo alla prova molte delle alternative disponibili sul mercato.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi, forse dovrei far realizzare un terrario, ma allora si è capito quali legni non devono essere assolutamente utilizzati? Perchè forse potrei farlo fare in abete (più per un costo meno elevato) ma non ho capito se è possibile. Se adeguatamente trattati possono essere utilizzati? Tipo uno bello strato di impermeabilizzante...

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Non riesco ad editare il mio messaggio precedente, scusate il doppio post. Ma secondo voi il legno di pioppo può essere utilizzato? Grazie ;)

(se qualcuno me lo accorpa all'altro mesg mi fa un grande favore! ;) )

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Non riesco ad editare il mio messaggio precedente, scusate il doppio post. Ma secondo voi il legno di pioppo può essere utilizzato? Grazie ;)

(se qualcuno me lo accorpa all'altro mesg mi fa un grande favore! ;) )

Che io ricordi il pioppo appartiene alla famiglia delle delle angiosperme, quindi non è della stessa famiglia di pino,cedro ecc (conifere) e dunque non dovrebbe essere controindicato (non mi pare abbia legni resinosi come le conifere insomma).

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

il pioppo inoltre brucia bene al fuoco, vuol dire che è molto asciutto.

Chiedo per il legno dell'ulivo,

materiale ben reperibile quando i contadini potano gli ulivi, sapete se ci sono studi in merito?

Magari lo si può utilizzare per farlo rosucchiare ecc.

il mio ad esempio ho visto che lecca con molto appetito le gocce d'olio,

non le do abitualmente, è capitato na volta per errore, ma è salutare o nocivo per lui?

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi, ho fatto una vasta ricerca sui legni tossici per i criceti su internet, ma fra tanti, tanti e tantissimi che dicono che i legno tossici per i nostri amici sono solo il cedro e il pino in assoluto, mentre in pochissimi parlano dell'abete e soprattutto nessuno sa spiegare del perchè sia tossico, e soprattutto è l'unico ( oltre al pino e il cedro ) piu facile da reperire!!!

Si dice che non vada bene perché è resinoso ma so anche che con un dovuto trattamento la resinatura viene eliminata!!!

Si può sapere di più?

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o entra per commentare

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Registrati alla nostra comunità , è facile!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×