Jump to content
Sign in to follow this  
dadia89

Versele-laga E Alimentazione Alternativa

Recommended Posts

ho avuto dei problemi con questo mix per criceti!

ci sono troppi croccantini che fanno malissimo ai nostri piccoli perchè pieni di zuccheri!

persino il veterinario mi ha consigliato di buttarli il prima possibile! :o

vorrei sapere come creare il mix giusto da sola e con quali legumi e cereali.

so che ci sono altri topic con questa richiesta ma non sono riuscita a trovarli.

potreste aiutare me e la mia piccola Perla a riassumere (anche per i nuovi iscritti magari) tutti gli ingredienti per un mix giusto?

grazie ^_^

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Anche a me sta creando non pochi problemi quel mangime!

Al negoziante avevo chiesto il Prestige, con cui mi ero trovata benissimo, ma mi ha detto che questo è identico..

Non direi! ogni volta che riempio la ciotolina di Pip passo 15 minuti per togliere semi di girasole in eccesso e altri bocconcini non molto salutari.

Però mi dispiacerebbe gettare via tutto, così modifico io il contenuto.. :huh:

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

io lo faccio sempre! appena compro un nuovo mix separo subito i semi di girasole! ho una bustina piena!

però l'ho butta (era metà confezione) perchè avrei dovuto togliere troppe cose...

mi pare che anche quello che uso ora io sia il Prestige però ho notato che ha troppe noccioline e ogni volta devo toglierle..

grazie a tutti per i consigli ;)

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Io utilizzo questo mix fatto da me che ritengo completissimo, l'ho messo a punto mano a mano, non ci sono indicazioni precise sulle dosi dei vari semi perchè secondo me si può fare ad occhio, basta mettere i vari componenti in maniera equilibrata e diminuire o dare separatamente ogni tanto quelli più calorici (che indico)

Mix delle ricette sorcette di" Fans del criceto!"

(il link porta alla mia pagina FB sui criceti)

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

complimenti per il link la ricetta è molto bella,

tuttavia se posso dare dei consigli, sarei più cauto quando si dice:

mettete come vi ho detto un po' meno fagioli....

come ho detto più volte in vari post, purtroppo i fagioli sono tossici per i criceti , messi nel minestrone e ben cotti potrebbero anche andare in quanto la cottura, se ad alte temperature e per un tempo sufficientemente lungo, dovrebbe distruggere le lecitine (sempre, che come suggerisce la dott.Avanzi e come scrive ZIPRAR nella sezione 'fagioli questi sconosciuti', si rispetti la quantità di 1 a settimana (con 2 la dottoressa Avanzi intende se piccoli, 1 se grandi) e non una ventina come ho visto fare da molti proprietari di crici che li mischiano agli altri semi...).

Quello che mi preoccupa, a parte il darli crudi, è:

La sua insorgenza è stata associata alla cottura di fagioli attraverso l'uso di stufe elettriche, vasi di terracotta e casseruole; tale modalità di cottura non consente il raggiungimento di temperature sufficienti aa distruggere le glicoproteine lecitine. E' stato inoltre dimostrato che una temperatura di cottura di 80°C potrebbe aumentare di ben cinque volte la tossicità dei fagioli cotti rispetto a quelli crudi. Infine, indagini sulla modalità di cottura usando casseruole e stufe elettriche hanno dimostrato che la temperatura interna dei fagioli spesso non supera i 75°.

Prevenzione

Un'appropriata cottura distrugge le lecitine, ma una cottura impropria, come già sopra menzionato, potrebbe determinare un aumento della loro tossicità.

per chi fosse interessato riporto il link originale:

Visita il mio sito

Ricordo che tra i tanti motivi per non somministrarli ho anche postato uno studio sui ratti in cui si dimostra che crescono più piccoli e predisposti alle malattie... (studi sui criceti non sono documentati).

Infine, mi permetto di consigliarti cautela anche nella somministrazione dei semi di papavero per via degli alcaloidi contenuti.

Anche se del 2007 riporto un'interessante articolo al riguardo:

Occhio ai semi di papavero!

L'Istituto Federale di Valutazione del Rischio tedesco (BfR) ha recentemente stabilito un "livello massimo previsto di assunzione giornaliera" di morfina nei semi di papavero con gli alimenti, pari a 6,3 mg per chilo di peso corporeo al giorno. L'avviso indica anche la quantità di questi semi che una persona non dovrebbe superare in uno o più pasti durante il giorno. L'Istituto ha anche avvertito di evitare il consumo eccessivo di alimenti con molti semi di papavero, in modo particolare durante la gravidanza.

Queste sono le principali raccomandazioni del BfR a seguito della valutazione del rischio di presenza di morfina nei semi di papavero commestibili, condotta dall'istituto. Considerando le porzioni stimate, è stato anche individuato un livello massimo di morfina nei semi di papavero di 4 mg/g. Inoltre, l'Istituto ha anche richiamato i produttori alimentari a cercare di ridurre il contenuto di sostanze farmacologicamente attive, gli alcaloidi dell'oppio, nei semi di papavero ai livelli minimi tecnologicamente possibili.

I semi di papavero (semi maturi del papavero da oppio, Papaver somniferum L.), infatti, a causa del loro contenuto in oli grassi e proteine, vengono spesso usati nella produzione alimentare, in particolare di prodotti da forno o da pasticceria e di oli commestibili. Le torte di semi di papavero, i dessert contenenti semi di papavero, come certi budini (Mohnpielen), e alcuni piatti tradizionali speciali con semi di papavero come le polpette di lievito (Dampfnudeln) possono contenere grandi quantità di questi semi. I semi di papavero, a loro volta, possono contenere livelli di morfina che variano in base al tipo di semi, al tempo di raccolta e all'origine geografica. Inoltre, recentemente i livelli di questa sostanza nei semi di papavero sono aumentati. Il motivo principale è probabilmente la contaminazione di questi semi con i frammenti della capsula e la linfa lattea contenenti alcaloidi, i livelli di morfina possono essere drasticamente ridotti lavando i semi. Di conseguenza, si ritiene che livelli elevati di questa sostanza nei semi di papavero siano collegati alle tecniche di raccolta meccanica, introdotte recentemente, in cui le capsule vengono schiacciate.

Ad aprile del 2005 il BfR aveva già pubblicato un avviso riguardante i danni alla salute provocati dai semi di papavero, e, in modo particolare, dagli alcaloidi che essi contengono, come la morfina. La morfina viene principalmente usata per trattare i dolori forti. Le reazioni avverse per questa sostanza includono la nausea, il vomito, giramenti di testa, depressione respiratoria ed effetti cardiovascolari. Il suo uso a lunga durata può portare allo sviluppo di dipendenza psicologica e fisica. La ricerca del Bfr ha preso origine da alcuni casi di effetti avversi nei bambini e dell'uso dei semi di papavero in laboratori clandestini per estrarre droghe.

** L'uso dei semi di papavero in Italia è molto minore che in Germania. Tuttavia, secondo l'ISTAT, anche in Italia le importazioni sono in aumento. Per alcuni settori anche in Italia potrebbero utilizzare utilmente queste informazioni, soprattutto rispetto alle importazioni. Per le donne in gravidanza e per i bambini piccoli, il consumo di semi di papavero in quantità non trascurabili è sconsigliato, qualora non si sappia con certezza che sono privi di morfina.

Fonte: settimanale di sicurezza sugli alimenti

Spero di esserti stato di aiuto...

ti abbraccio

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

ragazzi grazie mille a tutti!!!

speriamo di essere di aiuto anche alle new entries :)

seguirò tutti i vostri consigli!!!

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o entra per commentare

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Registrati alla nostra comunità , è facile!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×