Jump to content
Sign in to follow this  
marysognidoro

Informazione Sui Semi Di Soia

Recommended Posts

Mi hanno detto che la soia che si reperisce in italia sia in versione semi che versione germogliata (che mangio anche io) viene tutta dall'america ed è transgenica, (idem il mais in scatola) ma siccome in italia gli ogm sono vietati pensavo di stare tranquilla, qualcuno ne sa qualcosa?

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Mi hanno detto che la soia che si reperisce in italia sia in versione semi che versione germogliata (che mangio anche io) viene tutta dall'america ed è transgenica, (idem il mais in scatola) ma siccome in italia gli ogm sono vietati pensavo di stare tranquilla, qualcuno ne sa qualcosa?

è molto difficile rispondere a questa domanda... purtroppo continuamente si trovano frodi con alimenti geneticamente modificati (ti metto un articolo di luglio 2009 come es.) quindi la certezza è difficile averla a meno di prendere alimenti che dichiarano esplicitamente la provenienza della soia (pensa a valsoia che dichiara esplicitamente di approviggionarsi di soia non geneticamente modificata... mentre su molti prodotti non è esplicitato).

Suestrato olio di semi di soia ogm

Zaia: 'Continuiamo con la tolleranza zero'

'E' indispensabile operare con la massima fermezza, reprimendo ogni forma di abuso perpetrabile ai danni del nostro comparto agricolo ed agroalimentare. La nuova azione portata a termine dal’Icq dimostra che non abbassiamo la guardia e che l’attenzione contro truffe e illeciti rimane massima'.

Lo ha detto il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Luca Zaia commentando l’operazione condotta dai funzionari dell’Ufficio periferico di Roma dell’Ispettorato Centrale per il Controllo della Qualità, che hanno posto sotto sequestro amministrativo 11.242 litri di olio di semi di soia Ogm, confezionato e pronto per la vendita.

L’olio sequestrato è risultato essere ‘olio raffinato di semi di soia prodotto da seme geneticamente modificato ad uso alimentare’. La merce, scoperta nell’ambito di indagini su un traffico di olio extravergine sofisticato mediante aggiunta di soia e venduto porta a porta, era etichettato irregolarmente in quanto veniva omessa l’indicazione relativa alla presenza di Ogm (contrariamente a quanto previsto dalla vigente normativa comunitaria che prevede l’obbligo di assicurare la trasmissione al consumatore dell’informazione sui prodotti alimentari ottenuti da Ogm).

Attualmente sono in corso ulteriori indagini ed accertamenti su analoghi comportamenti illeciti presso altre ditte diffuse su tutto il territorio nazionale.

Fonte: Mipaaf - Ministero delle politiche agricole alimentari forestali

Su italiasalute inoltre, si afferma che l'unione europea abbia autorizzato l'importazione di semi ogm...

Visita il mio sito

infatti i prodotti con ogm sono regolarmente presenti sui nostri supermercati (per legge devono avere la scritta 'ogm'), ad es. questo è del febbraio 2011:

ALIMENTAZIONE. Greenpeace: olio con soia OGM in supermercati in Puglia

15/02/2011 - 16:14

Olio OGM sullo scaffale del supermercato. Con l'indicazione in etichetta, certamente. Ma la scoperta non esalta i volontari di Greenpeace che hanno individuato il prodotto e ora sollecitano i consumatori a mobilitarsi per chiedere all'azienda di non usare più OGM. I volontari dell'associazione, informa una nota, "hanno scovato in alcuni supermercati pugliesi due prodotti OGM in vendita. Si tratta dell'olio di soia e dell'olio di semi vari a marchio "Dentamaro", prodotti e commercializzati dalla Dentamaro Srl, un'azienda olearia con sede a Bari. Entrambi gli oli, come riportato in etichetta, sono prodotti con soia geneticamente modificata".

"Dal 2004, anno nel quale sono entrati in vigore i regolamenti europei sull'etichettatura degli OGM, questo è il secondo caso in cui troviamo un prodotto transgenico in vendita - continua l'associazione - Anche allora si trattava di olio di semi commercializzato da un'azienda barese (olio a marchio "Giusto", della Casa Olearia Italiana), ritirato dal commercio dopo soli dieci giorni per le forti proteste dei consumatori".

"Invitiamo tutte le persone - afferma Federica Ferrario, responsabile campagna OGM di Greenpeace - che hanno a cuore il buon cibo e la salvaguardia delle nostre produzioni alimentari a inviare, attraverso il sito di Greenpeace, una lettera alla Dentamaro Srl, per chiedere di non usare più OGM nei propri prodotti".

2011 - redattore: BS

quindi, visto che si trovano sia casi di frodi che di veri e propri alimenti 'ogm' legali, se vuoi essere sicura di non mangiare soia ogm finisco col raccomandarti di prendere 'marchi' che abbiano adottato come politica di non usare alimenti transgenici (io ad es prendo il latte valsoia)...

Non so se ti ho fatto ancora più confusione (anche perchè sui germogli di soia e sui semi non si trova molto ma sospetto che le frodi siano comuni anche li), ma spero di esserti stato utile...

ciao

Edited by ZEUS

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

ti ringrazio tantissimo!!!! sai per caso che politica adotta la valfrutta? io prendo i suoi germogli di soia!

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
ti ringrazio tantissimo!!!! sai per caso che politica adotta la valfrutta? io prendo i suoi germogli di soia!

dovrebbe essere tutto ok, infatti sul loro sito leggo:

I prodotti sono disponibili nel formato in lattina da 200 g e la linea comprende: Mais dolce*, Fagioli Borlotti, Piselli piccoli, Fagioli Cannellini, Farro, Gran-Mix Mediterraneo (olive verdi e nere, peperone, mais e piselli), Ceci e Soia*.

* Il Mais dolce e la Soia Valfrutta sono garantiti No OGM.

il sito è questo:

Visita il mio sito

ti abbraccio

:P

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie davvero!

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti
Grazie davvero!

Riprendo questo post, anche se è trascorso molto tempo, per riportare, purtroppo, conferme della possibile tossicità degli alimenti ogm sui nostri piccoli amici;

in particolare gli ultimi studi indipendenti (cioè non quelli commissionati dalle case farmaceutiche che detengono i brevetti degli alimenti ogm) anche se necessitano di ulteriori approfondimenti, sembrano tutti confermare la comparsa di danni sulla salute dei criceti.

vi posto ad esempio un articolo tratto dal sito hamstercity:

Ricercatori russi, dopo uno studio effettuato su criceti, sono giunti a concludere che un’alimentazione con Ogm provoca danni alla salute dei mammiferi. Gli effetti si vedono nella seconda e soprattutto nella terza generazione.

L’unica fonte è un articolo di Voice of Russia, e non si trova on line l’intero studio. Però risultati analoghi sono stati ottenuti tempo fa dall’Ages, Austrian Agency for Health and Food Safety, che ha allevato quattro generazioni di topi con una dieta composta per un terzo da mais Ogm.

Inoltre le Università di Caen e Rouen hanno individuato danni al fegato e ai reni su topi nutriti per 5 e per 14 settimane con tre varietà di mais Ogm, una delle quali approvata anche per il consumo umano.

I russi invece hanno usato i criceti – scelti per la rapidità con cui si riproducono – e soia Ogm di varietà non specificata.

Voice of Russia riferisce che la ricerca sui criceti è durata due anni ed è stata condotta dalla National Association for Gene Security e dall’Institute of Ecological and Evolutional Problems.

I criceti sono stati divisi in quattro gruppi, che hanno ricevuto altrettanti tipi diversi di alimentazione: normale; addizionata di soia non Ogm; con una certa quantità di soia Ogm; con una maggiore quantità di soia Ogm. Le quantità non sono specificate.

All’inizio tutto bene. I guai sono cominciati con i criceti di seconda generazione provenienti dal terzo e dal quarto gruppo, che sono stati nutriti con la stessa dieta riservata ai loro genitori. Si è notato che crescevano più lentamente, e che raggiungevano la maturità sessuale più tardi.

I criceti di terza generazione, poi, accoppiati fra loro, non sono riusciti a mettere al mondo i cuccioli. Inoltre è cresciuto del pelo nella bocca degli animali.

Gli scienziati, riferisce Voice of Russia, dicono che non bisogna balzare subito alle conclusioni e chiedono di approfondire la ricerca.

Le procedure per autorizzare Ogm nell’Unione Europea non prevedono necessariamente test su animali.

Inoltre questi test, quando vengono condotti, sono molto brevi – settimane, non generazioni – e vengono effettuati dall’azienda che chiede l’autorizzazione per l’Ogm: non da un ente indipendente. Sono anche in parte coperti da segreto commerciale, per cui è difficilissimo anche solo prenderne visione.

Greenpeace anni fa è riuscita ad ottenere i dati del famoso mais Mon 863, autorizzato anche per il consumo umano. I test sui topi condotti per alcune settimane dalla Monsanto sono stati rivisti da scienziati indipendenti. Gli scienziati hanno concluso che la Monsanto aveva elaborato i dati in modo inaccurato e che c’erano segni di tossicità sui topi.

altri link interessanti:

studio criceti

studio originale

occhio quindi quando acquistate gli alimenti per i vostri tesorini, assicuratevi che non siano OGM!

vi abbraccio. :boccaccia:

Edited by ZEUS

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o entra per commentare

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Registrati alla nostra comunità , è facile!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×