Jump to content
Sign in to follow this  
Pinuccia

Allergia O Cosa?

Recommended Posts

Gentilissimo dott. Sergio,

non mi aspetto il miracolo di una diagnosi da lei (spendo benissimo che è impossibile avanzare ipotesi senza una visita\autopsia), ma ho bisogno di chiarire alcuni dubbi.

Dopo cr. 1mese di problemi respiratori, oggi il mio dorato è morto...

Ha vissuto con me 2anni ed 1mese, precedentemente era finito nelle mani di un bambino che lo trattava da tiro al bersaglio; da cr. 1mese e poco più ha iniziato con starnuti occasionali che si acutizzavano nella notte con veri e propri versi che facevano pensare a difficoltà respiratorie.

Dato un precedente episodio l'anno prima, di sporadici starnutini innocui (risoltosi da solo- ho temporeggiato su consiglio veterinario), ho mal pensato di temporeggiare dato che la prima settimana era ancora vispo e non aveva episodi preoccupanti... data l'insistenza, ho consultato il veterinario che mi ha ulteriormente consigliato di temporeggiare un'altra settimana pensando che potesse trattarsi di rinite, perché, a suo dire, non avvertiva rantoli o anomalie respiratorie.

Appena finita la settimana, ho ribussato nuovamente alla sua porta e mi ha prescritto l'antibiotico baytril x cani e gatti dicendomi di sciogliere 1cp. in 250 ml di acqua e lasciarlo nel beverino. Non sapendo a chi rivolgermi, anche se perplessa e consapevole dell'inutilità di somministrarglielo così, ho provato x 4\5giorni la terapia... poi mi sono rivolta ad un altro veterinario che in precedenza non si era mostrato molto serio... ma ero disperata, i rantoli si facevano insistenti e preoccupanti.

A questo punto, quest'ultimo veterinario ha avvertito una difficoltà nell'inspirazione ed ipotizzando che si poteva trattare di asma allergica, mi ha prescritto dell'aerosol: 0,2ml di fluimucil + 2ml di acqua fisiologia, inutile dire che sembrava rispondere i primi 2giorni, ma poi è ripiombato in starnuti, tosse e rantoli principalmente notturni più forti.

Nel frattempo, pensando ad un'eventuale allergia, ho pulito qualsiasi angolo polveroso della stanza, eliminato gli accessori della gabbia ed igienizzato la stessa con amuchina, ma nessuna miglioria, anzi.

Erano giorni che non usava la ruota, suppongo x affaticamento ed alle volte, rimaneva immobile, accovacciato, che sembrava si stesse addormentando ad occhi aperti, ma rinveniva dopo qualche secondo. Alle volte, nell'ultima settimana, aveva degli accenni di barcollamento, ma conservava la forza per rosicchiare la sua asticella di legno con fieno x limarsi i denti.

Ieri sera, lasciato libero di scorazzare, era chiaramente affaticato e non riusciva ad arrampicarsi sugli ostacoli. Quando l'ho rimesso in gabbia non riusciva ad avere 1 solo minuto di respiro tra starnuti e rantoli. Preoccupatissima, ho spostato un'ala della sua gabbia ipotizzando che ci potesse essere un allergene nella zona, ma la situazione non si era alleggerita. Ho cercato di vegliarlo nella notte per constatare qualche peggioramento, ma non ho resistito...

Il giorno dopo (oggi) avrebbe cominciato la cura antibiotica con 0,1ml di ibaflin gel (aspettavo solo la farmacia)

c'è da dire, che accanto alla sua gabbietta ha dormito il gatto, che forse stupidamente, non ho considerato tra le ipotesi dell'eventuale allergia perché qnd giocavano insieme, si limitava a 1o2starnuti occasionali, niente di diverso da qnd giocava solo.

Stamane, l'ho trovato fuori la sua cuccia agonizzante, era freddissimo e riusciva a muoversi a malapena.

Respiro rumoroso e battito debole. Ho cercato di portarlo d'urgenza alla clinica 24su 24 +vicina, ma nel percorso boccheggiava.

Ho tentato goffamente ed in preda al panico una rianimazione, ma senza successo.

Qnd ha esalato il suo ultimo respiro ha espulso del liquido (presumo acqua) dalla bocca e nel momento della morte, guardandolo, ho notato una specie di foruncolo verde sulla punta della lingua.

Le mie domande sono: 1. è normale che abbia espulso acqua dalla bocca, può essere causa di qualche patologia o aiutare a dare una qualche ipotesi diagnostica? 2. Il foruncolo da cosa può essere dovuto? l'aerosol ha aiutato o peggiorato la situazione? Queste sintomatologie le danno un'idea su che tipo di malattia possa aver contratto? Premetto che cr. 1settimana prima che iniziasse tutto, ha effettuato un'ecografia x dei calcoli ai reni, risolti con un'alimentazione con meno semini, proteine 1volta a settimana e acqua vitasnella povera di sodio.

La ringrazio tantissimo della sua disponibilità, spero in una sua risposta.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Pinuccia, innanzitutto ti faccio tante condoglianze per il tuo piccolino, poi, anche se non sono un vet ti commento quello che hai scritto in attesa del dott. Sergio.

Io non so chi siano questi pseudo vet dove sei andata...infatti è risaputo il mio odio verso vet incompetenti...... :arrabb:

Le dosi sono tutte sbagliate :unsure: .... e te lo dice chi usa l'aerosol da anni.......e l'ibaflin 0,1... mi pare una dose bòòòòò....

Il piccolo ha sputato acqua perchè ne aveva pieni i polmoni, avete sottovalutato una polmonite. L'aerol avrebbe aiutato ma avresti dovuto farglielo, nel giusto modo, ovvero con la creazione del box e le giuste dosi., almeno 3 volte al giorno per 2 settimane unitamente al baytril per iniezione, cosa che si fa in casi così gravi per lo stesso periodo di tempo, per poi vedere come proseguire. A questa terapia si aggiunge a volte un antiffiamamtorio per 4-5 gg per diminuire il dolore ed aiuatre a riprendersi ed un vitaminico.

Ti rinnovo tante condiglianze, ma se in futuro dovessi avere dei dubbi non aspettare troppo e scrivi prima perchè a volte non si può fare nulla, ma altre ci possiamo aiutare ed il sito esiste per questo, e sai bene che qui ci sono solo amici che amano i pelosi.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Scusami se ti contraddico, ma a me sembrava tutto tranne che polmonite!

Non aveva scolo nasale, nessuna lacrimazione, pelo perfettamente curato (infatti alla sua morte era perfetto), non era abbattuto, anzi, la sera prima tentava di arrampicarsi, ma era debole. Tranne la mattina successiva, non ha mai mostrato segni di sofferenza, se non respiratoria.

D'altronde essendo un'infezione batterica o virale l'altro mio criceto doveva contrarla, poiché, dato che mi era stato assicurato che non era grave e non aveva infezioni o malattie contraibili, ho continuato ad usare un'area della gabbia del dorato come giaciglio provvisorio x le pulizie per il II(perché quest'ultimo non si fa prendere). La malattia e durata un mese, io ho usato la gabbietta ogni week end, il tempo di incubazione di un virus e mediamente d 1settimana e non ha mostrato nessun sintomo fin'ora.

L'aerosol gliel'ho fatta sempre nella wood park con un telo sopra, nella settimana, purtroppo x problemi di lavoro la facevo una volta x 7\8min, mentre in week end x 2volte 5\6min, ma tranne un vago miglioramento iniziale, poi è peggiorato.

ho sempre scritto al dott.sergio x qualsiasi minima fisima mentale,credimi, sono molto ipocondriaca nei confronti dei criceti (e forse x questo, il Ivet, stanco perché avevo appena finito con i calcoli, mi ha mandato a fanc*** con una prescrizione che si poteva risparmiare), ma questa volta ammetto che l'ho sottovalutata io di prima persona, in più il II vet mi ha mostrato una certa sicurezza nel dirmi che non sarebbe degenerato a tal punto ed io non me lo sarei mai aspettata, proprio in virtù che era sempre pieno di vita. in più non avevo nemmeno tempo x star qui davanti al pc, a quest'ora li facevo l'aeresol e lo lasciavo scorazzare libero.

ero convinta che fosse allergia e per questo temevo l'effetto dannoso dei farmaci in mancanza di una diagnosi precisa, mentre continuavo a pulire, pulire, pulire... ma alla fine mi son data la zappa sui piedi.

sò che non serve a niente rimuginare, ma non mi capacito che proprio io che evitavo di lasciare il tel in carica accanto a lui x le radiazioni, li davo sempre cibo di qualità, pulivo con amuchina un'intera stanza x lasciarlo libero, mi sia persa su un problema respiratorio che forse si poteva curare...

grz erika x la tua risposta ^_^

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

l'AEROSDOL SI FA PER UN MINIMO DI 20 M per minimo 2 volte al giorno e con 7-8 ml di fisiologica almeno. Il miglioramento iniziale con il peggioramento è normale perchè l'aerosol aiuta ad espellere ma il criceto npon ne è capace e se nponha subito dopo un aerosl che lo aiuti si accumula il muco e l'acqua e soffre di più. Anche sulle indicazioni c'è scritto con riferimento ai bipedi.

Comunque io mica me la stavo prendendo con te, ti dicevo solo che a volte scrivere, come stai facendo ora, è utile. Se avessi letto il topic 1 mese fa ti avrei consigliato ed avresti sentito i pareri anche di alri utenti e li avresti potuti riferire al tuo vet dandogli dei dubbi sulla terapia.

La polmonite parte con problemi respiratori e spesso oltre a questo non si vede nulla. Io, infatti, che con questo problema ci ho combattuto molte volte,purtroppo, consiglio sempre a tutti al primo starnuto sospetto e rumorino di correre dal vet. E' una malattia subdola ed a volte anche solo qualche giorno di trascuratezza può essere mortale.

Qui nessuno ti sta giudicando o die che non ami i tuoi pelosi, ti sto solo dando dei consigli e ti ho abbondantemente precisato che io odio i vet incompetenti che causano molti problemi e troppo spesso la morte dei pelosi e non riferisco solo al tuo ce ne sono a migliaia di casi.... purtroppo

Mi spiace se mi hai frintesa, perchè ho perso da poco anche io un picoclino per un tumore e so come si stia male.... dopo 3 settimane non ho ancora pulito il suo acquario e l'altra sera gli ho messo l'insalata.... Non ferirei mai di porposito chi ha un tale dolore come il mio nel cuore. I consigli sono benevoli e dati di cuore da chi ha anni di esperienza alle spalle, tutto qui; e nonostante questo ti ho scritto di parlrne con il dott SErgio perhcè io comunque non sono un vet e posso solo riportarti la mia esperienza personale

SE vuoi confrontarti su dosi o altro, per non dare false righe o niminare prodotti che se mal usati potrebbero risultare nocivi ai pelosi di utenti più piccoli, mandami un mp che ne parliamo

Edited by erika72

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Non interpretare in modo sbagliato le mie parole, non ho mai pensato che tu mi stessi giudicando, ero io che mi stavo auto-accusando.

sono stata sempre così apprensiva nei suoi confronti e alla fine mi son fatta portar via il mio amore da una malattia che forse si poteva curare se il Iveterinario mi avesse dato la giusta dose di antibiotico o mi fossi mossa prima...

lo so che adesso è inutile parlarne, ma non posso non smettere di pensarci e di ripetermi che potevo fare di +!

ma perché il dott. sergio non risponde??

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao!

...perche` ero tornato in Italia per una settimana e non avevo il computer...

Fare "diagnosi" e` sempre difficile, soprattutto senza poter indagare dopo la morte di animali piccoli cosi` (lo so, suona male ma funziona cosi`).

L'acqua dalla bocca potrebbe derivare dallo stomaco piuttosto che dai polmoni durante lo sforzo prima di morire; l'aerosol non credo che abbia potuto peggiorare le cose, anzi!; il "foruncolo" non poteva essere un residuo di cibo rigurgitato?

Se si trattava veramente di calcoli renali, con una settimana di cambio alimentare ti assicuro che non e` sufficiente per risolverli!

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Gentilissimo, infatti i calcoli non erano risolti, ma l'alimentazione lo stava aiutando ad espellerli.

Il foruncolo era chiaramente appiccicato alla punta della lingua, anch'io ho pensato ad un frammento di pisello secco, ma non veniva via.

Capisco quanto sia difficile fare 1 diagnosi, se non impossibile, ma secondo lei c'è qualche possibilità che sia stata 1polmonite? Ora sono preoccupata +che mai per l'altro criceto che però non si fa prendere e tantomeno accetta 1visita veterinaria.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Anche se fosse stata polmonite non mi preoccuperei molto per l'altro criceto; spesso questi problemi sono causati da batteri che normalmente "convivono" all'interno dell'apparato respiratorio di tutti gli animali...

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

gentilissimo, per caso mi sono imbattuta in questa malattia: amiloidosi renale. pensa possa essere plausibile con i sintomi descritti?

Può fornirmi maggiori informazioni in merito?

la ringrazio vivamente.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

In attesa de Dott Sergio ti dico che:

Purtroppo le statistiche ci dicono che quasi il 90% dei criceti anziani sviluppa una malattia detta amiloidosi generalizzata, una forma degenerativa che consiste nel deposito a livello degli organi interni, soprattutto i reni, di una proteina detta sostanza amiloide. La malattia progredisce più velocemente nelle cricetine. L'amiloidosi renale causa insufficenza renale che si manifesta con sete ed aumento della produzione di urina, edema (accumulo di liquidi a livello cutaneo), ascite (accumulodi liquidi nell'addome), proteniuria (perdita di proteine nell'urina) e dimagrimento.

Purtroppo non esistono cure per elieminare la sostnza depositata negli organi. L'unica risorsa è di usare cure sintomatiche, cioè farmaci che allievino i sintomi indotti dall'insufficienza dell'organo.

Condividi questo messaggio


Collega al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o entra per commentare

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Registrati alla nostra comunità , è facile!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×